La Terra Santa raccontata da mons. Pizzaballa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:48

Giovedì 27 esce nelle librerie la II edizione de “Il potere del cuore” con sottotitolo “Venticinque anni a Gerusalemme” di mons. Pierbattista Pizzaballa.  Questa seconda edizione del volume – 216 pagine con la prefazione di Romano Prodi – è  una raccolta degli interventi pubblici di mons. Pizzaballa, di cui buona parte riconducibili al suo ministero di Custode di Terra Santa, tenuti tra l’estate del 2004 e quella del 2016. Novità di questa edizione è proprio la sezione finale “Un nuovo ministero al servizio di tutti” che aggiunge ai 13 interventi della prima edizione una selezione di testi pronunciati nel ministero di Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme, incarico a cui è stato nominato il 24 giugno 2016.

“L’arrivo in Terra Santa – si legge nel libro – e l’esperienza nella Custodia di Terra Santa, dove ho passato più di meta della mia vita, la posso sintetizzare in due aspetti: nell’amore alla Parola, per gli anni trascorsi presso lo Studium Biblicum Franciscanum e l’Università ebraica, e poi nell’accogliere la complessità della realtà come forma di vita. La complessità propria della Custodia, con provenienze da tutto il mondo e complicata al suo interno, segno di una complessità più grande e di cui Gerusalemme è il simbolo: nelle relazioni tra le Chiese, tra le fedi monoteiste, nella vexata e sempre difficile questione politica e sociale, e cosi via. È una realtà piena di complicazioni. Accogliere tutto questo non significa necessariamente condividere, ma accogliere come una realtà nella quale calarsi e da cui partire per costruire il Regno, e poi intercedere pazientemente guardando alle cose con uno sguardo libero, distaccato. Guardando le cose di lassù, come direbbe san Paolo, e non solamente con uno sguardo terreno”.

Un testo prezioso per chi vuole approfondire e comprendere quello che accade nella Terra che fu la patria di Gesù e che nasce dalla testimonianza diretta di chi in dodici anni da Custode di Terra Santa, e ora da Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme, ha avuto occasione di incontrare migliaia di persone di tutte le fedi e di offrire anche nei contesti più prestigiosi (università e parlamenti), oltre che in centinaia di incontri e convegni, la sua testimonianza di francescano che crede nella comprensione reciproca e nella costruzione paziente della cultura della pace e dei diritti. Questo nonostante i contesti di conflitto (Israele-Palestina, Siria, Egitto) che ha dovuto a più riprese affrontare.

Quest’anno Mons. Pizzaballa tornerà al Meeting per l’amicizia tra i popoli che nel 2014 lo aveva visto protagonista di un intervento su “Il Potere del Cuore. Ricercatori di Verità”. Martedì 22 agosto l’Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme sarà a Rimini in occasione dell’incontro di presentazione sul tema della manifestazione “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.