Maltempo, esondano l’Adige e l’Isarco: chiusa l’Autobrennero

Enormi disagi nella circolazione fra Bolzano e San Michele dell'Adige, evacuate Chiusa ed Egna. Nubifragi anche in Piemonte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

Torna a colpire con violenza l’ondata di maltempo in Italia. Le raffiche di vento hanno provocato disagi e tragedie, come quella avvenuta a Marina di Massa, costata la vita a due bambine di 3 e 14 anni. E anche le intense piogge che hanno spazzato il Nord Italia hanno reso difficile il weekend per numerose città: in queste ore, l’autostrada del Brennero è stata chiusa in entrambe le direzioni, nel tratto fra Bolzano e San Michele dell’Adige, a causa dell’esondazione del fiume Adige. Decine di persone sono state evacuate anche a Chiusa, a seguito del fiume Isarco che ha rotto gli argini nei pressi di Egna, minacciando le abitazioni. Interrotta anche la linea ferroviaria.

Disagi a Egna e Chiusa

Enormi i disagi alla circolazione sul Brennero, preso d’assalto dagli automobilisti sulla via del ritorno per la fine delle vacanze. La chiusura dell’A22 ha provocato incolonnamenti anche sulla statale 12, dove il traffico è stato in parte deviato. Anche nella stessa Chiusa sono state effettuate delle evacuazioni, con la Protezione Civile che ha guidato gli allontanamenti dalle aree comuni per portarsi ai piani superiori degli edifici. Più grave la situazione a Egna, dove gli abitanti sono stati invitati a recarsi presso parenti. Anche qui, enormi disagi nella circolazione, anche per l’intenso traffico sull’autostrada a causa degli allontanamenti repentini. In corso la valutazione della chiusura anche della ferrovia in Bassa Atesina.

Maltempo in Piemonte

Maltempo che si è esteso anche nel resto dell’arco alpino. Nubifragi, grandinate e forti raffiche di vento hanno spazzato la zona pedemontana della provincia di Torino, con piogge intense e violente a Piossasco e Cumiana. Anche la stessa Torino è stata colpita da un forte temporale, sembra senza serie conseguenze.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.