Indonesia: erutta ancora il vulcano Semeru, sale il numero delle vittime

Le immagini dall'alto mostrano l'entità della devastazione provocata dalla montagna più alta dell'isola di Giava con le strade ricoperte di cenere e fango e migliaia di persone in preda al panico che fuggivano dalle loro case

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:50
L'eruzione del vulcano Semeru a Giava (in Indonesia)

Una nuova eruzione del vulcano Semeru, in Indonesia, ha costretto i soccorritori a sospendere la ricerca degli eventuali sopravvissuti. Le immagini postate sui social mostrano l’entità della devastazione provocata dalla montagna più alta dell’isola di Giava con le strade ricoperte di cenere e fango e migliaia di persone in preda al panico che fuggivano dalle loro case.

I morti sono almeno 15 persone, altre 27 sono ancora disperse. “Tutte le squadre sono state temporaneamente ritirate perché c’è stata una piccola eruzione e potrebbe essere pericoloso”, ha spiegato uno dei soccorritori, Rizal Purnama, riportato da Ansa. “La ricerca continuerà quando la situazione sarà un po’ più sicura”.

Il vulcano Semeru

Semeru, anche chiamato Gunung Semeru, è la montagna più alta dell’isola di Giava ed uno dei suoi vulcani più attivi. Conosciuto anche come Mahameru (La Grande Montagna), è molto ripido e si erge nettamente sul piano costiero della parte est di Java. Dei laghi vulcanici si sono formati seguendo una linea fino alla sommità.

La storia delle eruzioni del monte Semeru è ampia. Dal 1818, sono state riportate almeno 55 eruzioni (di cui una decina hanno causato delle morti) consistenti sia di colate di lava e di attività piroclastiche. Delle moderate eruzioni esplosive sono state registrate con una certa regolarità.

Le colate di fango e di materiale vulcanico (i lahar) hanno travolto e sepolto interi villaggi di Giava

Il monte Semeru è in uno stato di eruzione quasi continua sin dal 1967.Attualmente il vulcano Semeru presenta un’attività di tipo stromboliana con fuoriuscite dal cono di scorie di roccia piroclastica e lapilli. Il vulcano ha poi eruttato sabato 4 dicembre provocando morti e feriti. La cenere e la lava fredda hanno ricoperto interi villaggi: gli abitanti hanno dovuto passare la notte al riparo in rifugi e moschee. Il villaggio di Lumajang – il più colpito – è stato ricoperto da uno spesso strato di lava fredda e cenere e i soccorritori continuano a scavare tra i detriti. L’ultima grande eruzione del Semeru risaliva a dicembre 2020. Lo scorso 16 agosto aveva eruttato un altro grande vulcano indonesiano, il Merapi, sempre a Giava, con migliaia di persone costrette a lasciare l’isola.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.