Il caro energia pesa sullo sci: 61 euro lo skipass giornaliero a Courmayeur

Il prezzo dello skipass giornaliero per la stagione 2022-2023 è aumentato in quasi tutti i comprensori sciistici della valle d'Aosta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39

La settimana bianca, quest’anno, si preannuncia decisamente salata. Complici il caro energia e l’inflazione, infatti, il prezzo dello skipass giornaliero per la stagione 2022-2023 è aumentato in quasi tutti i comprensori sciistici della valle d’Aosta, con punte vicine al 10%.

Prezzi alle stelle

A La Thuile (8 dicembre 2022-16 aprile 2023) il giornaliero, rispetto alla stagione 2021-2022, è aumentato da 43 a 46,50 euro e, in alta stagione, da 47 a 51. A Courmayeur (26 novembre-10 aprile) è salito da 51 a 56 euro, da 56 a 61 euro in ‘altissima’ stagione. A Pila (26 novembre-16 aprile) è salito a 50 euro (era 47 in alta stagione e 42 in bassa); la società annuncia sul proprio sito la possibilità di “usufruire di tariffe vantaggiose, variabili in base al periodo della stagione invernale” e che saranno “presto disponibili” online. A Cervinia (1 ottobre-7 maggio) la tariffa passa da 47 a 51 euro, in alta stagione da 53 a 57 euro.

L’eccezione: Monterosa Ski

Fa eccezione Monterosa Ski, che annuncia: “Saranno mantenuti gli stessi prezzi dello scorso anno”. Qui lo skipass giornaliero per le tre valli (Champoluc-Frachey, Gressoney-La-Trinité e Alagna) andrà da un minimo di 38 euro ad un massimo di 60 euro (due euro in più con la formula ‘Freeride’) con il “ritorno del prezzo dinamico attraverso, sostanzialmente, la formula del prima acquisti e meno paghi “, spiega Daniel Grosjacques, direttore amministrativo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.