SABATO 11 MAGGIO 2019, 05:00, IN TERRIS

La De Girolamo e la Rai del cambiamento

RAFFAELE BONANNI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Nunzia De Girolamo
Nunzia De Girolamo
H

o letto con stupore e preoccupazione le dichiarazioni del sottosegretario pentastellato Stefano Buffagni su Facebook, contro l'ipotesi di impiegare l’ex parlamentare forzista Nunzia De Girolamo, come conduttrice di linea verde estate, il noto programma per l’agricoltura. La preoccupazione, naturalmente, non attiene al fatto se la De Girolamo sia in grado o no di dirigere una trasmissione televisiva, compito che lasciamo ai dirigenti Rai, ma per le motivazioni sottolineate e risottolineate improvvidamente, sul suo passato di parlamentare e militante di Forza Italia. Afferma Buffagni: “Nella Rai del cambiamento non si può far condurre un qualsiasi programma a questa deputata ex berlusconiana, poi Alfaniana, nonché moglie dell’attuale deputato Pd. Devo dire che mi ha impressionato la durezza del tono usato, le affermazioni discriminatorie, la imprudenza avuta nel definire la tv pubblica, la rai del cambiamento.

Spero che qualcuno del suo partito abbia modo di correggere il sottosegretario, anche se questa speranza, per tutto ciò che sento e vedo, lo sconsiglierebbe; ma non può passare sottotono ciò che è stato detto. Il significato delle affermazioni, così appaiono: non può condurre un programma televisivo un ex deputato, ancor più se berlusconiano e moglie di un deputato Pd. Personalmente ritengo di segno cupo, il disprezzo mostrato pubblicamente, da parte di un membro del governo, verso chi ha svolto un mandato parlamentare. Secondo Buffagni a loro, almeno a quelli che militano in formazioni politiche a lui non graditi, si dovrà cucire sul bavero un segno distintivo della vergogna, per aver svolto quel ruolo? E se in futuro si dovesse riservare anche a lui lo stesso trattamento? Poi se volessimo nelle sue affermazioni, nel definire la rai d’oggi quella del cambiamento, sono sicuro che impallidirebbe nel  conoscere quella del passato. Ad esempio, durante l’antica Rai dei tempi d’oro di Bernabei, c’era un consiglio di amministrazione espresso dalla politica, esattamente come ora, ma la direzione era affidata ad un uomo competente ed autorevole, che sapeva tenere a bada la politica dalle possibili, interferenze sull’ente. Infatti, la politica era ospitata in un programma specifico dove tutti gli schieramenti avevano la possibilità di esprimersi, e i programmi culturali sovrastavano i tempi destinati a show allora  comunque decorosi. La pubblicità aveva un solo spazio dedicato alle nove di sera con il mitico“Carosello”. Infatti non si riteneva fosse il caso di approvvigionarsi finanziariamente dalla pubblicità, giacché lo si faceva e lo si fa ancora con i canoni pagati dai cittadini. Oggi se si intende davvero cambiare la rai, si riduca drasticamente la pubblicità che implicitamente influisce nella qualità culturale che la tv pubblica deve avere come obiettivo.

Siamo infatti arrivati ad un paradosso: le tv private a canone mensile, non fanno pubblicità ma producono documentari di pregio, inchieste, e producono film e fiction propri di interesse storico-culturali, mentre quella pubblica, talk show da mattina a sera. Allora se Buffagni vuole una rai del cambiamento, aldilà della vicenda che riguarda l’ex deputata in questione, avrà un bel da fare. Ma a quel punto potrà parlare di cambiamento.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Intesa Sanpaolo
BANCHE

Intesa Sanpaolo, offerta a sorpresa per Ubi

Lanciata un'opa non concordata al quarto polo bancario d'Italia: premio del 27,6% per i soci
Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella
ITALIA

Ecco chi sono gli eroi premiati da Mattarella

Trentadue volti di un'Italia perbene. Il capo dello Stato: "Non è buonismo"
Eleonora Daniele durante la cerimonia di premiazione
L'ONORIFICENZA

Eleonora Daniele: "I 32 eroi premiati da Mattarella, storie che fanno parte di noi"

La conduttrice di "Storie italiane" ha presentato la cerimonia in Quirinale: "Una grande emozione di fronte agli...
IL CASO

Esplode airbag, neonato muore. Avrebbe compiuto due mesi oggi

La tragedia a Pisa. In corso le indagini per ricostruire la dinamica dell'incidente
Ambulanza
PORTO SANT'ELPIDIO

Muore giovane 30enne, accoltellato alle spalle

Il ragazzo, M.R. di origini rumene, è stato identificato
Fedeli asiatici in preghiera con le mascherine - Foto © Vatican News
CHIESA NEL MONDO

Come il coronavirus influenza i cattolici asiatici

Tante le misure messe in campo dalle Conferenze episcopali locali. A Hong Kong la Messa è online
METEO

Tempesta Dennis, è ancora emergenza in Gb

Il bilancio paral di tre vittime e un disperso
BOLOGNA

Accoltella e uccide la madre dopo una lite: arrestato

La donna 86enne è morta nella notte in ospedale
ANIMALI

Oggi è la giornata nazionale dei gatti: ecco quanti sono in Italia

Nel Belpaese 7,5 milioni di mici nelle case degli italiani
Il momento di una delle operazioni nel Mar Mediterraneo - Foto © Yara Nardi per Croce Rossa Italiana
BRUXELLES

Libia, l'Europa verso una soluzione concorde

Se Austria e Ungheria si oppongono a Sophia, altri Paesi, Italia inclusa, sono ottimisti
Bambino che si reca a scuola
ALESSANDRIA

Maestra allontanata per maltrattamenti su un bimbo disabile

Il piccolo ha 8 anni. La donna è stata interdetta per sei mesi dall'insegnamento
La nave Diamond Princess in Giappone
CORONAVIRUS

Forse un italiano infetto sulla Diamond Princess

Niccolò: "Ho avuto un po’ di paura, ma panico mai". Prima vittima a Taiwan
Il bus precipitato nel burrone
EL SALVADOR

San Salvador, bus in burrone: 11 morti e 25 feriti

L'incidente è avvenuto domenica sera vicino al villaggio di Chiltiupan
Il presidente iraniano, Hassan Rohani
MEDIO ORIENTE

Iran: "Non negozieremo con gli Usa sotto pressione"

Il mese scorso Teheran ha annunciato che sospendera tutti gli obblighi dell'accordo sul nucleare
La limousine di Trump sul circuito di Daytona
STATI UNITI

Trump fa il giro della pista di Daytona

Dazi, Coldiretti: "Dimezzate le esportazioni di Reggiano e Grana"
INCLUSIONE SOCIALE

Nella disabilità, l'inclusione passa anche dalle leggi

In base ai dati pubblicati dal Casellario dei beneficiari di pensione di INPS e dalla apposita sezione di ISTAT...