Ant, paniere solidale per la lotta ai tumori. L’assistenza sul territorio ai pazienti oncologici

Ant

Iniziativa solidale di Ant. In vista del Natale parte la campagna benefica della più estesa realtà non profit in Italia. Un supporto all’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai pazienti oncologici. Torna il “Paniere delle Eccellenze”. Ideato da Fondazione associazione nazionale tumori (Ant). Per celebrare la tradizione enogastronomica del territorio. E raccogliere donazioni per sostenere un progetto-chiave per la salute pubblica. Ossia l’assistenza medica-specialistica domiciliare che Ant offre gratuitamente in Toscana dal 1995. “Con 25 euro di donazione minima si acquista il paniere delle eccellenze toscane. Composto da quattro prodotti tipici del territorio in borsine in juta. Un vino o una birra. Un prodotto in barattolo. Pasta o biscotti- sottolineano i promotori della campagna benefica-. Una confezione di caffè o una bottiglia di olio. In oltre 20 anni di attività, spiegano alla Regione Toscana, Ant ha potuto portare cure specialistiche a casa di oltre 8 mila persone malate di tumore. Offrendo migliaia di visite di prevenzione oncologica gratuita”.Ant

Campagna Ant

L’iniziativa ha il patrocinio della Toscana. Il paniere solidale è realizzato con il sostegno di Vetrina Toscana. A presentarlo sono il governatore della Toscana, Eugenio Giani E Simone Martini, delegato di Ant Firenze. Il paniere delle eccellenze Ant rappresenta ormai un’iniziativa consolidata negli anni. Conferisce grande prestigio sia alle aziende che donano i loro prodotti gratuitamente. Sia ad Ant che, grazie a questo, contribuisce a migliorare la qualità della vita di tante persone. Cioè ai pazienti che stanno attraversando un momento difficile. E che potranno ricevere cure specialistiche nel calore della propria casa. Anche durante le feste. “In questa come in altre iniziative emerge il cuore grande e sincero della Toscana – commentano – Ogni anno si rinnova una straordinaria gara di solidarietà. Non per mettersi in mostra ma per essere utili. In questo modo istituzioni, enti, volontariato ed aziende lavorano fianco a fianco con una perfetta sinergia”.art

La “buona vita”

La Fondazione Ant Italia è nata a Bologna per iniziativa dell’oncologo Franco Pannuti. La onlus fornisce assistenza medico specialistica gratuita a casa dei malati di tumore senza alcun costo per le famiglie. In base alle risorse reperite sul territorio, Ant offre inoltre progetti di prevenzione oncologica gratuiti. A ispirare l’azione degli operatori e dei volontari è  la “Eubiosia”. Dal greco, eu/bene ebios/vita. La buona vita. Vita in dignità. Intesa come insieme di qualità che conferiscono dignità alla vita, in ogni fase della malattia. Dal 1985 a oggi, Ant ha assistito oltre 149.000 malati su tutto il territorio nazionale. In modo completamente gratuito. Con équipe multi-disciplinari presenti in 29 province in 11 regioni italiane. Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia. Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria. Ogni anno sono oltre 10.000 gli assistiti in tutta Italia. Ant offre un’assistenza specialistica effettuata da 471 figure professionali. Tra medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti. Operatori socio-sanitari, farmacisti e specialisti. Insieme cooperano per la fondazione. Portando al domicilio del malato tutte le cure necessarie 24 ore su 24. Tutti i giorni dell’anno. Il servizio è esteso anche ai bambini con il progetto “Bimbi in Ant”.

Paniere delle eccellenze

“Paniere delle Eccellenze” è un appuntamento fisso delle festività natalizie. Confermato anche per il 2022. Un mix di tipicità agroalimentari ed enogastronomiche locali. Dal vino all’olio. Da biscotti e miele al tartufo, marmellate e tanto altro ancora. Ma anche un paniere di esempi virtuosi di responsabilità etica e sociale verso i malati di tumore. I prodotti, infatti, sono donati dalle aziende. Si tratta, inoltre, di uno strumento di educazione ad una corretta alimentazione. Si stima che in Italia vi siano in un anno 377.000 nuove diagnosi di tumore, circa 195.000 fra gli uomini e circa 182.000 fra le donne. Nel corso della vita circa un uomo su 2 e una donna su 3 si ammalerà di tumore.

Indicatori

La sopravvivenza dopo la diagnosi di tumore è uno dei principali indicatori di sanità pubblica. Permette, infatti, di valutare in base a studi epidemiologici sia la gravità della malattia, sia l’efficacia del sistema sanitario. Si misura calcolando quanto sopravvivono in media le persone che sono colpite da un cancro con determinate caratteristiche al momento della diagnosi. La sopravvivenza è fortemente influenzata da due elementi: la diagnosi precoce e la terapia. I pazienti ricevono la diagnosi precoce grazie ai programmi di screening per il tumore della mammelladel colon-retto e della cervice uterina, è anche associata a una maggiore probabilità che gli stessi pazienti siano curati più efficacemente. Parallelamente gli sviluppi delle terapie oncologiche (per esempio la recente introduzione di farmaci a bersaglio molecolare) sta contribuendo ad aumentare la sopravvivenza.