Le mascherine in classe fanno male? Le risposte della pediatra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:03

Il Governo potrebbe introdurre l’obbligo dell’uso delle mascherine chirurgiche a scuola per bambini e corpo dovente per tutta la durata delle lezioni, a partire dal prossimo settembre. Nello specifico, un rapporto stilato da un comitato di esperti ha proposto regole molto severe per il rientro scolastico: mascherine; distanziamento dei banchi di un metro; niente guanti, ma l’igienizzazione delle mani dovrà essere costante; ingressi scaglionati, ogni mezz’ora, a gruppi. Il rapporto tecnico scientifico, dopo essere stato presentato ai vertici del Ministero, sarà oggetto nelle prossime ore di confronto con i sindacati e infine una commissione guidata dal professor Bianchi – il cui mandato scade il 31 luglio – declinerà le norme di comportamento per le scuole.

 

Mascherine per 5-8 ore al giorno

La notizia della possibilità di dover lasciare i bambini con indosso una mascherina per 5-8 ore al giorno ha sollevato non poche perplessità nei genitori, non solo relative alle evidenti difficoltà pratiche, ma anche e soprattutto in merito ai possibili danni alla salute per i propri figli. Gira in rete da giorni infatti un video in cui una persona che si presenta come dottor Andrea Tosatto – psicologo e nutrizionista clinico – incita le mamme a difendere i propri pargoli dai danni che provocherebbe in loro l’uso prolungato della mascherina. Nello specifico, il dott. Tosatto parla di “sicuro sviluppo di alcalosi [un eccesso di basi nei liquidi corporei, che provoca, se non compensata, un aumento del pH del sangue al di sopra dei valori fisiologici, ndr] perché il bimbo è costretto a respirare una quantità di anidride carbonica molto maggiore di quella che respirerebbe normalmente se non avesse costrizioni davanti alla bocca e al naso; sarà quindi a costante rischio svenimento per tutto il tempo che starà a scuola”; “la mascherina abbatte il sistema immunitario perché distrugge la flora batterica; quindi il bambino quando tornerà a casa e si toglierà la mascherina sarà molto più suscettibile a qualsiasi altra malattia”; “l’avere costantemente la mascherina davanti al volto crea disbiosi intestinale [alterazione dei microbi presenti nell’intestino, ndr] che può a sua volta favorire il proliferare di agenti patogeni e di batteri silenti nel nostro organismo”; “il fatto di non essere messi in grado di respirare la giusta quantità di ossigeno può anche condurre a ipossia [carenza di ossigeno, ndr] che, a sua volta, può portare alla morte”. Queste le accuse preoccupanti lanciate dal medico che conclude il video con un appello (a effetto) indirizzato alle mamme: “Quando i suoi cuccioli sono minacciati, la leonessa sbrana ed uccide. Le mamme italiane sono le migliori del mondo, io ho tantissima fiducia in loro!”. Il video intitolato “NO ALLE MASCHERINE A SCUOLA” e pubblicato circa una settimana fa, ha avuto oltre 2500 visualizzazioni su Youtube ed è diventato virale nelle varie chat di genitori provocando non poco allarme. Se fanno male – è il pensiero comune – perché sono obbligatorie?

Le risposte dell’esperta

Proprio per rispondere alla questione e ai legittimi timori dei genitori sulla salute dei propri bambini, In Terris ha intervistato la dott.ssa Elena Bozzola, madre di due bimbi in età scolastica e pediatra presso il reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (Opbg) di Roma. E’ inoltre consigliere e segretario nazionale della Società Italiana di Pediatria (Sip) e membro della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (Sitip). La dottoressa è inoltre una degli autori delle raccomandazioni della SIP sull’uso delle mascherine.

Dott.ssa Bozzola, l’uso prolungato della mascherina nei bambini in classe potrebbe provocare in loro alcalosi e ipossia?
“No. L’apporto ‘indesiderato’ di anidride carbonica che viene inalata in un bambino sano con indosso la mascherina chirurgica è pressoché impercettibile. Stessa cosa per quel che riguarda l’ipossia: i bambini sani non rischiano la carenza di ossigeno né la morte”.

Per quel che riguarda l’abbattimento del sistema immunitario e la disbiosi intestinale c’è possibilità?
“No, non ci sono evidenze scientifiche che un utilizzo a norma della mascherina possa comportare un’alterazione della flora batterica e/o disbiosi intestinale. La mascherina chirurgica va però messa correttamente e se si bagna a causa della saliva o si sporchi si consiglia semplicemente di sostituirla”.

Queste indicazioni valgono per tutti i bambini?
“Assolutamente no. Ci sono bambini che sono esentati dall’uso della mascherina. Questi sono: i bimbi sotto i 6 anni; i bambini e i minori con patologie croniche respiratorie gravi; i bambini con disabilità non compatibile con un uso prolungato mascherina”.

Ciò comporta per il bambino senza mascherina una maggior possibilità di contagiare o di contagiarsi?
“No, perché l’utilizzo corretto da parte di tutti gli altri soggetti presenti in classe crea – come accade per i vaccini – una specie di ‘immunità di gregge’, vale a dire che sono comunque tutti protetti”.

I video che girano in rete che “dipingono” le mascherine come dei presidi che potrebbero attentare alla salute dei nostri figli sono dunque delle “bufale”?
“S’, sono una delle tante fake news che girano in rete in merito al coronavirus. Non solo le mascherine non fanno assolutamente male, ma ci tengo a precisare che sono presidi fondamentali per limitare la diffusione del contagio di Covid-19 ed evitare così una ripresa della pandemia, con tutto quello che ciò comporterebbe, come già sperimentato in alcune zone del Nord Italia: moltissimi malati gravi, rianimazioni e ospedali saturi e, purtroppo, tanti morti”.

Quali dunque i consigli a mamme e papà in vista della ripresa dell’anno scolastico?
“Le regole riguardo all’igiene sono sempre le stesse: lavarsi bene e spesso le mani, anche a scuola [qui il video su come farlo fare correttamente con i bimbi, ndr]. Evitare gli accalcamenti specie all’entrata, all’uscita da scuola e durante la ricreazione; è poi fondamentale indossare la mascherina nel modo corretto, coprendo anche il naso. In merito, l’ospedale Bambin Gesù ha realizzato un video semplice e chiaro su come mettere e togliere correttamente la mascherina ai bambini [il video è visibile in cima all’articolo, ndr] e un secondo video nel quale si spiegano i benefici dell’uso della mascherina [questo secondo video è qui sotto, nrd]. Invito dunque i genitori ad essere sereni e trasmettere serenità ai propri figli, perché i bambini sono come spugne: assorbono il nostro stato d’animo. Non passiamo loro preoccupazioni inutili, ma solo ottimismo e serenità: non sono soli, noi genitori vegliamo su di loro”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.