Ciclista ucciso da auto pirata a Cagliari: il conducente si è costituito

Il corpo del ciclista trovato da un passante. Il conducente verrà denunciato per omicidio stradale e omissione di soccorso

Una ciclista. Immagine di repertorio. Foto di Zhivko Dimitrov da Pixabay

Lo scorso 30 novembre era morto, investito da un camion, il campione di ciclismo Davide Rebellin. Il camion ha proseguito la sua corsa, sulle strade del Veneto, per essere rintracciato giorni dopo. Qui il commento a Interris.it di Giordano Biserni, Presidente dell’Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale (ASAPS) dopo l’ennesimo ciclista investito e ucciso da un pirata della strada.

Ciclista travolto e ucciso da auto pirata a Cagliari

Un uomo di 60 anni, Giuseppe Incani, è stato travolto e ucciso da un’auto pirata all’altezza del centro commerciale “Le Vele” tra Quartu e Quartucciu (Città metropolitana di Cagliari), mentre transitava in bicicletta. Il suo corpo è stato ritrovato poco dopo l’1 di questa notte da un 21enne che ha avvisato i carabinieri.

Nell’area non vi sono telecamere ma i rilievi tecnici sui frammenti di carrozzeria ritrovati hanno già consentito di individuare la marca, il modello e l’anno di costruzione dell’autovettura. Il conducente verrà denunciato per omicidio stradale e omissione di soccorso.

Dopo essere stati allertati dal 21enne, i carabinieri della Stazione di Quartu e del Norm-Sezione Radiomobile hanno ritrovato la bici del 60enne, nato a San Gavino Monreale ma residente a Quartu Sant’Elena, danneggiata, riversa sul bordo del Viale Marconi, la strada che collega Quartu a Cagliari.

Il corpo dell’uomo, invece, è stato rinvenuto oltre il guardrail nel canneto che costeggia la carreggiata. L’area, dove è presente un grande svincolo trafficato soprattutto durante le ore diurne, è sufficientemente illuminata grazie a diversi lampioni stradali.

Auto pirata a Cagliari: fine 2022 “nero” per i ciclisti

E’ un fine 2022 “nero” per i ciclisti che percorrono le strade italiane. Solo tra novembre e dicembre sono stati almeno 5 i morti travolti da auto o camion. Tra loro anche Davide Rebellin, il campione delle due ruote, morto lo scorso 30 novembre sulle strade del Veneto, a 51 anni, dopo essere stato investito da un camion, che poi ha proseguito la sua corsa.

L’ultimo episodio, invece, cinque giorni fa nel Novarese: una donna ucraina di 71 anni è morta lungo la provinciale verso Serravalle Sesia, dopo essere stata investita da un’auto. Nel frattempo, anche a fronte di recenti e gravi incidenti stradali, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini ha proposto un aggiornamento del codice della strada per inasprire le sanzioni in caso di gravi violazioni o comportamenti irresponsabili sino ad ipotizzare il ritiro della patente a vita per chi guida ubriaco o sotto l’effetto di qualche droga.

Si è costituito ai carabinieri di Quartu il conducente

A Cagliari si è costituito ai carabinieri di Quartu il conducente dell’auto che nella notte tra mercoledì e giovedì ha travolto e ucciso Giuseppe Incani, cuoco 60enne che tornava a casa dal lavoro in bicicletta. L’automobilista è un 51enne di Quartu che non ha precedenti penali: ora l’uomo verrà accusato di omicidio stradale e di omissione di soccorso.

Fonte Ansa