GIOVEDÌ 10 AGOSTO 2017, 18:45, IN TERRIS

Tedeschi infuriati per il dieselgate: Merkel perde 10 punti nei sondaggi

Lo scandalo che ha coinvolto l'industria teutonica dell'auto potrebbe pesare come un macigno sulle prossime elezioni. In calo anche Schulz

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Tedeschi infuriati per il dieselgate: Merkel perde 10 punti nei sondaggi
Tedeschi infuriati per il dieselgate: Merkel perde 10 punti nei sondaggi
Brusco calo di consensi per Angela Merkel a meno di un mese e mezzo dalle elezioni legislative tedesche. Tra luglio e agosto il gradimento dei cittadini nei confronti del lavoro della cancelliera è sceso di 10 punti, passando dal 69% al 59% dei consensi. Stesso destino per la valutazione sull'operato del suo governo, che ha avuto una flessione di 8 punti rispetto al mese precedente, arrivando al 47%.

Ma se a Merkel va male, al candidato di opposizione Martin Schulz (Spd) non va molto meglio. Anche il leader socialdemocratico perde. Meno della cancelliera, ma comunque registra una flessione di 4 punti, raggiungendo il 33% di apprezzamento.  Nel complesso la coalizione Cdu-Csu è ancora la forza dominante, con il favore del 39% degli intervistati, mentre l'Spd guadagna un punto e si attesta al 24%. I dati sono stati resi pubblici da Ard-DeutschlandTrends, che misura il gradimento dei politici tedeschi.

Ma quali elementi hanno determinato una scivolata così significativa, considerando le due settimane di pausa estiva per la cancelliera? Nel sondaggio, è stato chiesto ai cittadini di esprimersi sui due principali temi d'attualità dell'ultimo periodo: immigrazione e dieselgate. A sorpresa sono stati proprio gli scandali che hanno coinvolto i grandi gruppi dell'auto tedesca ad avere spostato il gradimento degli elettori.

Il 67% dei cittadini sostiene che i politici trattano con troppa condiscendenza l'industria automobilistica, mentre il 57% afferma di aver perso fiducia nell'industria dell'auto, fino a poco fa indiscusso orgoglio nazionale. Addirittura il 56% teme che lo scandalo sulla manomissione dei dati sulle emissioni di gas nocivi, possa danneggiare l'industria tedesca nel lungo termine. Un impatto molto più forte del dieselgate scoppiato negli Usa nel 2015, quando solo il 38% aveva espresso preoccupazione per una conseguenza negativa sull'economia futura.

L'accusa di un accordo segreto tra le case produttrici di auto ha minato la fiducia del consumatore. Lo scandalo delle emissioni ha inoltre generato timori per la salute, ma anche aumentato il rischio di divieto di circolazione per ben 15 milioni di auto diesel. Aumentati anche i timori di contraccolpi occupazionali. E a tutto questo, va sommata l'indignazione per i ripetuti casi di compromissione tra mondo politico e industria dell'auto. Quanto basta per essere più cauti nel gradimento, hanno spiegato i commentatori.

Non ha spostato molti consensi, invece, la politica dell'azionista di maggioranza Cdu-Csu in tema di migrazione: il 50-54% degli elettori considera che il problema è stato affrontato in maniera adeguata dalla coalizione. Mentre solo il 45% degli intervistati ha trovato sufficiente il modo in cui l'Spd ha affrontato l'emergenza. Il tema non sembra avere spostato il peso dell'estrema destra dell'Afd, che rimane nei sondaggi all'8% dei consensi. Così come i Verdi, che rimangono all'8%, non sembrano guadagnare dal nuovo dieselgate.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Persecuzione dei cristiani nel mondo
AIUTO ALLA CHIESA CHE SOFFRE

Forum: "La persecuzione anticristiana nel mondo"

Il rapporto di Acs sarà presentato il 24 ottobre nella basilica capitolina di San Bartolomeo all’Isola
La scuola Giovanni Battista Pirelli di Milano, dove è avvenuto l'incidente
L'INCIDENTE

Tragedia a Milano, precipita bambino in una scuola

Il piccolo è ricoverato in condizioni gravissime
Giulia Lazzari, Roberto Lo Coco e la loro bimba
ADRIA

Morta la giovane mamma strangolata dal marito

La 23enne Giulia Lazzari, madre di una bimba di 4, era stata aggredita l'8 ottobre scorso
Un senza tetto
PADOVA

Domani la “Notte dei senza dimora”

Per sensibilizzare su povertà e marginalità con proposte, animazioni e incontri
A destra, Daniele Belardinelli, il tifoso del Varese ucciso dopo la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018
STADIO E VIOLENZA

Arrestato l'ultrà che, il giorno dopo Natale, investì un tifoso con un suv

Legato a clan della camorra, il napoletano Manduca è stato incastrato da alcuni video
Buca stradale
OPERAZIONE

Arrestati funzionari Anas e imprenditori siciliani

Portati alla luce "rodati meccanismi corruttivi" all'interno dell'Anas di Catania
Inps

Così è

E'successo proprio in questi giorni ed è capitato anche a me. Sono stati arrestati alcuni malfattori che...
A sinistra, migranti diretti verso l'Europa; a destra, le bare delle prime vittime recuperate nel naufragio avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 ottobre - Foto © Repubblica
MAR MEDITERRANEO

Si rinnova lo strazio di Lampedusa: sette corpi recuperati

Tra loro una mamma con il proprio figlio. Sul barchino erano in cinquanta
Guantoni da boxe
IL DRAMMA

Da Schaaf a Day: quando la tragedia è sul ring

Dalla morte dell'americano contro Primo Carnera fino al dramma di Chicago: quasi un secolo di interrogativi
Boris Johnson
REGNO UNITO

Brexit, Johnson strappa l'accordo a Bruxelles

Intesa ottenuta, rivisto il backstop ma il Dup si oppone: il voto in Parlamento è un'incognita
Foto di repertorio
EMERGENZA GIOVANI

WhatsApp, così in chat i ragazzini diventavano mostri

Video pedo-pornografici, Isis e insulti ai malati. Perquisizioni in tutta Italia
Prigione italiana - Foto © The Guardian

Carcere, sei guardie accusate di violenza e torture

Contestato il reato di tortura. Si cercano responsabili ed episodi analoghi