MERCOLEDÌ 11 MAGGIO 2016, 10:45, IN TERRIS

IL “SOCIALISTA” SANDERS BATTE HILLARY IN WEST VIRGINIA

Il miliardario Trump resta l'unico candidato repubblicano alle Presidenziali

MIRIAM MARTINEZ
IL “SOCIALISTA” SANDERS BATTE HILLARY IN WEST VIRGINIA
IL “SOCIALISTA” SANDERS BATTE HILLARY IN WEST VIRGINIA
Berni Sanders, il senatore del Vermont ha vinto le primarie dei Democratici statunitensi in West Virginia, con il 51 percento delle preferenze contro il 37 percento di Hillary Clinton, e ha esultato sul palco, gridando: "Lotterò fino alla fine per ogni voto". La sfida con Hillary è ancora aperta, dunque, anche se – come egli stesso ha dichiarato in Oregon, dove si voterà la prossima settimana – “la salita su cui arrampicarsi è ripida”, e l’ex Segretario di Stato degli Stati Uniti d’America resta la “favorita”. La prospettiva di un “socialista” alla Casa Bianca, però, appare sempre più possibile, mentre aumenta il suo successo elettorale e anche le donazioni a favore della sua campagna.

Ai delegati di Philadelphia, Sanders dice: "Se con Hillary Clinton abbiamo molte differenze, su una cosa siamo d'accordo: dobbiamo sconfiggere Donald Trump". E ha aggiunto: "Trump non diventerà Presidente, perché il popolo americano sa che la nostra forza è nella nostra diversità".

Il programma di Sanders è davvero in controtendenza rispetto a Trump, perché in difesa dei cittadini americani più deboli: innalzare il salario minimo a quindici euro, migliorare il welfare, rafforzare la giustizia sociale, tutela per le minoranze etniche. Proposte che esercitano attrazione soprattutto presso i giovani e la popolazione meno abbiente.

Donald Trump, nel frattempo, continua a raccogliere il consenso popolare, vincendo le primarie repubblicane in Nebraska, dove ha conquistato tutti i 36 delegati. Il magnate degli immobili di New York è rimasto l'unico candidato per la nomination del Grand Old Party (Gop), vincendo anche in West Virginia, dove poteva contare sull’appoggio dei produttori di carbone. Ma ha bisogno di raggiungere il “numero magico” di 1.237 delegati per arrivare alla Convention di luglio con le spalle coperte.

Il candidato repubblicano per la Presidenza parteciperà oggi ad un evento annuale di raccolta fondi a Long Island, organizzato dal comitato del Nassau County, per la cui partecipazione si pagherà un biglietto da 200 dollari. Nonostante il miliardario sia sceso in campo dichiarando che si sarebbe auto-finanziato per la campagna elettorale, sembra che adesso che si avvicina l'Election Day di novembre abbia deciso di aprire al sostegno finanziario dei suoi elettori.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La questura di Reggio Calabria
'NDRAGHETA

Vietati i funerali solenni di Carmelo Muià

La procura: "Motivi di sicurezza". "Mino" fu ucciso in un agguato il 18 gennaio
Il cardinal O'Malley e Papa Francesco
O'MALLEY

"Il Papa riconosce gli errori di chi ha abusato di bambini"

L'arcivescovo di Boston: "Non c'è posto nella Chiesa per i pedofili. Tolleranza zero"
Toto Riina
PALERMO

Cinque fermati, c'è anche il figlio dell'autista di Riina

L'accusa è di mafia ed estorsione. Di Stasio: "Continuano ad alimentarsi con il pizzo"
Il segretario del Pd, Matteo Renzi
FLAT TAX

Renzi: "E' un Robin Hood al contrario". E rilancia gli 80€

Il segretario Pd: "E' per i milionari come Berlusconi e Grillo, irrealizzabile economicamente"
Il vicepresidente americano Mike Pence
MEDIO ORIENTE

Deputati arabi contro il discorso di Pence

Il vicepresidente Usa incontra Al Sisi, poi la visita in Giordania e Israele
Particolare dello
ARTE

Al via il restauro dello "Stendardo" di Tiziano

Trasferito dalla Galleria Nazionale delle Marche nei laboratori dell’Istituto Superiore per la Conservazione