MARTEDÌ 17 FEBBRAIO 2015, 12:55, IN TERRIS

Il dramma delle spose bambine nello Yemen sconvolto dal golpe

Una realtà denunciata dalla comunità internazionale e al centro di numerose accuse proprio perché all'oltraggio psicologico si aggiunge quello fisico

AUTORE OSPITE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il dramma delle spose bambine nello Yemen sconvolto dal golpe
Il dramma delle spose bambine nello Yemen sconvolto dal golpe
La precarietà politica e militare dello Yemen è ogni giorno più preoccupante, ma al centro di un Paese che i giornali hanno portato sotto i riflettori in seguito alla rivolta Houti e ai numerosi morti che hanno accompagnato le manifestazioni in piazza, è da ricordare un'altra vittima, forse meno interessante agli occhi dei quotidiani: si tratta dell'adolescenza rubata di migliaia di ragazzine costrette a nozze combinate all'età di dieci anni.

La graduale destrutturazione del Parlamento e dei suoi potere dal 6 febbraio scorso, in seguito alla presa di potere dei ribelli Houthi, rende sempre più difficile il faticoso cammino che dovrebbe fissare un limite di età minima, legale, ai matrimoni. Un margine che era stato fissato a 18 anni, in comunione con gli standard internazionali, dalla clausola dell'articolo 124 della nuova Costituzione, frutto del dialogo nazionale avviato nel 2013 dopo la caduta del presidente Ali Abdullah Al Salah.

La legge metteva un punto a quelle tradizioni tribali che permettevano di disporre del futuro di bambine attraverso le decisioni affidate ai padri in condizioni spesso di ignoranza e di miseria. Maritare una figlia significa infatti ricevere una dote in cambio e spesso capita che questo denaro viene utilizzato per tamponare le indigenze economiche di una famiglia. Secondo il quotidiano Gulf News sembrerebbe che i ribelli Houti non avrebbero espresso opposizione alla recente proposta costituzionale.

Il tema delle "spose-bambine" è una realtà denunciata dalla comunità internazionale e al centro di numerose accuse proprio perché oltre all'oltraggio psicologico che viene arrecato alle vittime, c'è da tener presente i dati diffusi da Human Rigth Watch, una delle organizzazioni di difesa dei diritti umani che rivela che rivelano che il 14% delle giovani donne yemenite diventano spose tra i 10 e i 15 anni mentre il 52% mettono la fede prima dei 18. Di queste le più giovani, la prima notte di nozze, subiscono danni irreparabili agli organi riproduttivi. Molte sono morte qualche mese più tardi durante il parto.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Simbolo Eurostat
COMUNITÀ EUROPEA

Eurostat: debito in crescita nel 2018

Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017
Armando Siri
IL CASO

Siri, Salvini: "Giudici facciano in fretta"

Il vicepremier: "Si è colpevoli solo con condanna". Morra: "Intollerabile presenza nel governo"
Coltello
ROMA

Gli vede il crocifisso al collo, tenta di sgozzarlo

Il fatto alla vigilia di Pasqua vicino la stazione Termini. Marocchino l'aggressore
Il luogo dell'incidente sul lavoro
TAINO | VARESE

Precipita in fabbrica: morto figlio del titolare

Inail: nel 2019 + 3,5% di morti bianche rispetto allo stesso periodo dello scorso anno
Offerte di lavoro

Aiuti al Sud

Andranno in vigore dal primo maggio esoneri contributivi per le aziende che assumono a tempo indeterminato i...
Una scarpa abbandonata, una delle immagini simbolo del massacro
STRAGE DI PASQUA

Sri Lanka, chi sono le vittime del massacro

Britannici, statunitensi, indiani, cingalesi: 290 vite spezzate dalla follia del terrorismo