GIOVEDÌ 21 NOVEMBRE 2019, 002:13, IN TERRIS

MEDIO ORIENTE

Benny Gantz getta la spugna: Israele verso il voto

Il leader dell'opposizione rinuncia a formare un nuovo governo: il Paese rischia le terze elezioni in un anno

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Benny Gantz
Benny Gantz
D

i questo passo si rischia il record in Israele, dove il leader dell'opposizione, Benny Gantz, ha rinunciato all'incarico conferitogli di formare una coalizione di governo, lasciando di fatto le redini dell'esecutivo ancor prima di prenderle in mano. Il mandato conferito dal presidente Reuven Rivlin finisce dunque in archivio e, molto probabilmente, il Paese dovrà vedersela di nuovo con la sfida delle urne. In caso, sarebbe la terza volta in un solo anno, primato poco invidiabile per uno Stato che, prima con l'ex premier Benyamin Netanyahu (vincitore di misura delle ultime elezioni ma chiamatosi fuori non essendo riuscito a formare un governo) poi con l'ex capo di stato maggiore dell'esercito, non centra la necessaria formazione di una coalizione che dovrebbe garantire alla forza di maggioranza il sostegno di almeno 61 deputati dei 120 presenti nel Parlamento israeliano, la Knesset.


Caos politico

Si trova al punto di partenza Israele, costretto a fare i conti con una turbolenta crisi politica interna, in un momento in cui il "cessate il fuoco" sulla Striscia ha tutt'altro che grantito una tregua a Gaza, con cui continua il reciproco lancio di razzi. Altro punto focale riguarda il lasso di tempo estremamente esiguo, nel quale però Israele dovrà necessariamente organizzare la tornata elettorale, fermo restando che, da qui a tre settimane, ci sarebbe volendo la possibilità per uno dei candidati (uno qualsiasi) di provare a formare il fatidico governo col sostegno dei necessari 61 parlamentari. Una circostanza che, però, secondo gli analisti risulta estremamente improbabile, il che riduce sensibilmente le vie d'uscita per Israele, a questo punto quasi costretto a dare nuovamente parola agli elettori. Altrettanto lontana, poi, l'ipotesi di un governo di larghe intese, iniziativa promossa dal presidente Rivlin ma rigettata quasi immediatamente dalle parti in causa, Netanyahu in primis, che ha da subito rifiutato di schierarsi con i rivali, essendo decisamente più propenso a un governo con i partiti di destra. Anche su quel fronte, però, niente di nuovo in settimane intere di trattativa: nove su dieci si voterà di nuovo, senza nessuna garanzia di fare meglio.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Antonio durante
21 Novembre 2019 @ 17:32
Condivido il commento di Armando Turini. Sarebbe opportuna la formazione di un governo tecnico che avesse i seguenti obiettivi: costruire su nuove basi la pace con i Palestinesi riconoscendo loro la possibilità di governare lo sviluppo economico e sociale di tutta l'area territoriale della Palestina. Un grande passo sarebbe anche la condivisione di Gerusalemme quale capitale religiosa del mondo ebraico e di quello palestinese. Il disegno di due Stati su quel territorio non può essere accantonato con la continua espansione degli interessi economico territoriali di Israele.
Armando turini
21 Novembre 2019 @ 07:28
Quando la democrazia rimane ferma nel definire i contrasti e nessuno vuol rischiare ber definire almeno una prassi tecnica verso il bene comune, si rischia la non governabilità, anarchia ed infine la dittatura del più forte (in genere chi ha più uomini armati). Staremo a vedere Israele, ma questo aspetto della formazione coesa di un governo esiste in molti paesi democratici, compresa Italia.

Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Mezzi militari turchi
MEDIO ORIENTE

Siria, soldati turchi massacrati in un raid

Escalation in corso nel Paese: almeno 29 militari di Ankara uccisi da una serie di attacchi delle forze di Assad
Emmanuel Macron e Giuseppe Conte
CORONAVIRUS

Conte e Macron a Napoli: "Frontiere aperte"

Bilaterale fra i due presidenti per il XXXV vertice intergovernativo. Il premier: "Chiuderle sarebbe un danno...
Coronavirus
L'EPIDEMIA

Coronavirus, il Tar riapre le scuole nelle Marche

Aumentano i decessi (14) ma anche le guarigioni (42), 650 i contagi. Riaperto anche il Duomo di Milano
L'aeroporto Ben Gurion
L'EPIDEMIA

Coronavirus, Israele respinge gli italiani

Rimandati indietro 56 passeggeri e disposto il blocco ai voli dal nostro Paese. L'Arabia Saudita ferma i pellegrinaggi
Il giudice Paolo Adinolfi
DELITTO DELL'OSTIENSE

Giudice Adinolfi, il giallo della scomparsa

Il figlio Lorenzo: "Basta omertà, subito la riapertura delle indagini"
Filippo Magnini
NUOTO

Il Tas assolve Magnini: via la squalifica per doping

L'ex nuotatore, due volte campione del mondo, scagionato dalle accuse di tentato uso di sostanze dopanti
La nave da crociera Msc
CROCIERA MSC

Proteste a Cozumel per lo sbarco della nave Msc

L'ok del Messico dopo i "No" di Giamaica e isole Cayman per un caso di influenza a bordo
SUICIDIO ASSISTITO

Choc in Germania: per i giudici togliersi la vita è un diritto

La Corte Costituzionale ha deciso di annullare l'articolo 217 del Codice penale che vietava la possibilità alalle...
Edificio scolastico distrutto dalle bombe
SIRIA

Unicef: "Basta bombardare le scuole a Idlib"

Nell'attacco a 10 scuole sono stati uccisi 12 civili tra bambini e insegnanti
Incendio a Strasburgo
FRANCIA

Incendio in un edificio a Strasburgo: il bilancio

La polizia ha fermato due uomini per "verifiche" realtive al rogo
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, il paradosso degli agriturismi

Sono le strutture ricettive più sicure perché lontane dagli affollamenti, eppure le prenotazioni si sono dimezzate...
CORONAVIRUS

Oms: "Per la prima volta più contagi all'estero che in Cina"

Sono 427 contro i 411 cinesi. Primi contagi in Danimarca, Romania ed Estonia
TERREMOTO

Sisma magnitudo 3 nel Golfo di Salerno: la situazione

Tremano anche le Eolie e la Calabria: al momeno non risultano danni a persone o cose
PER USCIRE DALLA CRISI

La ripresa affidata alle start up innovative

In Italia sta funzionando la modalità di costituzione digitale e gratuita delle nuove imprese con pratiche rapide ed...
Etichetta alimenatre

"Spesso buono oltre": la data di scadenza contro lo spreco alimentare

Lidl introduce la nuova etichetta che accompagnerà "Da consumare preferibilmente entro"
Roseto degli Abruzzi
CORONAVIRUS

Primo caso positivo in Abruzzo: è un turista brianzolo

La conferma del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame dello Spallanzani