Assicurazioni viaggi: ecco le denunce di sinistro più bizzarre del 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Spesso, quando pensiamo a richieste di risarcimento danni per le assicurazione di viaggi, pensiamo a voli cancellati o cambiamenti di programma dovuti a malattia. Ma come mostra questo elenco, a volte le ragioni sono un po’ più … bizzarre.

Ecco le richieste di assicurazione di viaggio più bizzarre che un fornitore globale di assicurazioni di viaggio e assistenza medica ha ricevuto nel 2020. Buon divertimento!

  • Intrappolato nell’oscurità in una villa piena di serpenti

Un continuo scatto della corrente ha fatto sì che le luci e altri dispositivi alimentati rimanessero spenti in una villa indonesiana. I viaggiatori si resero conto quando uscirono che un serpente cobra era alla porta. Alla fine il serpente è stato catturato ma non è stato possibile ripristinare la sicurezza poichè i viaggiatori erano estremamente ansiosi. Fu deciso che non potevano rimanere nella villa senza elettricità per il rischio che altri serpenti fossero presenti, così prenotarono una sistemazione alternativa altrove e cambiarono i loro voli. Niente come un serpente per rovinare la tua idilliaca esperienza in una villa a Bali.

  • Kitesurf in una lotta tra cani thailandesi

Questo viaggiatore stava facendo kitesurf in Thailandia e ha fatto atterrare il suo aquilone sulla spiaggia per andare in bagno. Nel frattempo, è scoppiata una rissa tra cani randagi sulla spiaggia che poi hanno finito per strappare completamente l’aquilone. Richiesto l’importo del pagamento di 650 dollari.

  • Viaggiatore rinuncia alle vacanze per combattere gli incendi boschivi

Questo eroico viaggiatore è stato schierato dalla Marina australiana per sostenere l’emergenza degli incendi boschivi e ha dovuto annullare il volo.

  • Problemi alle tubature di casa

Mentre i proprietari si godevano le vacanze, la loro casa è stata allagata da un tubo dell’acqua rotto. Hanno dovuto cancellare il resto dei loro piani di viaggio, incluso l’alloggio, e tornare al loro lavoro. Richiesto l’importo del pagamento di 1337 dollari.

  • Attaccato da un cane

Durante una corsa mattutina in una esotica città europea, questo viaggiatore è stato attaccato da un cane e morso. Il cane indossava un guinzaglio ed era con una vecchia signora. Il viaggiatore ha ricevuto cure in ospedale e ha anche preso appuntamenti presso alcuni specialisti in Europa. Però l’attacco del cane gli ha rovinato la vacanza.

  • Scimmie ladre

Alcuni viaggiatori sono stati ripetutamente attaccati da scimmie in una foresta indonesiana che li hanno derubati di oggetti personali dalle loro borse. Importo del risarcimento 890 dollari. Lo smartphone era di ultima generazione!

  • Droni attaccati da uccelli “assassini”

Una compagnia assicurativa ha invece pagato due risarcimenti per dei droni attaccati e distrutti da uccelli. I droni non sono stati mai più recuperati. Gli uccelli neppure.

La morale

“Questi sono alcuni esempi dei tipi di incidenti che possono verificarsi inaspettatamente in un viaggio”, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”.

“Incoraggiamo i viaggiatori ad avere una copertura adeguata in modo che non subiscano stress inutili e talvolta costi esorbitanti se qualcosa non va secondo i piani. Nessuno si aspetta di essere attaccato dalle scimmie o morso da un cane ma questi sono i tipi di incontri che possono accadere”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.