La 15enne americana Gitanjali Rao è la Ragazza dell’anno

La precoce ragazza scienziata è apparsa sulla copertina della celebre rivista americana Time

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

Gitanjali Rao: la ragazza 15enne è il primo volto sulla copertina del settimanale statunitense Time a impersonare “Kid of the Year” (“Ragazzo/a dell’anno“). Si tratta della nuova categoria dell’annuale premio “Person of the Year” (“Persona dell’anno”), in voga da oltre 90 anni. E’ stata ideata con un occhio ai “leader emergenti delle giovani generazioni americane” e questo è il primo anno che viene assegnato. Nel 2019 la Person of the Year è stata Greta Thunberg, la prima a ricevere questo riconoscimento al di sotto dei 25 anni.

Chi è Gitanjali Rao?

Gitanjali Rao è una cittadina americana di origine indiana. Fin dalla tenera età è appassionata di scienza. All’età di 13 anni si fa notare a livello internazionale grazie a un’invenzione semplice e utile: un piccolo dispositivo portatile che misura il livello di piombo presente nell’acqua, per distinguere quella potabile da quella inquinata.

Quali sono i progetti della Ragazza dell’anno?

La precoce scienziata americana è stata intervistata per il Time da Angelina Jolie. Ha detto di voler di studiare Genetica ed Epidemiologia al Massachusetts Institute of Technology (MiT). Oltre al campo ambientale, le sue recenti ricerche si sono allargate anche al tema della dipendenza da oppiacei e al fenomeno del cyberbullismo.

Io – afferma la giovane Rao – non sono il tipico scienziato: di solito quello che vedo in televisione è un maschio bianco e di una certa età. Evidentemente io sono diversa. Il mio obiettivo non è solo inventare qualcosa per risolvere problemi, ma anche essere da esempio per gli altri“. Conclude: “If I can do it, anybody can do it” (“Se io posso farcela, chiunque può farcela“).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.