Riciclaggio: oltre 50 milioni di euro sequestrati a un imprenditore ravennate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:32
Dia

Maxi sequestro di beni per oltre 50 milioni di euro riconducibili a un imprenditore ravennate da parte della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Bologna, insieme ai colleghi di Firenze e Brescia. Il sequestro giunge a seguito di indagini su un caso di riciclaggio avvenuto tra la Puglia e l’Emilia Romagna. Nel mirino degli investigatori sono finiti immobili, partecipazioni societarie, autoveicoli e numerosi rapporti bancari, tra cui un conto corrente acceso presso un istituto bancario di San Marino.

In aggiornamento

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.