Maxi truffa ai danni dello Stato: sequestrati beni per 13 mln

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:02

Maxi truffa da milioni di euro ai danni dell'erario. La Guardia di Finanza du Ravenna ha sequestro 13 milioni di euro in beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie a seguito dell'evasione fiscale contestata a 4 persone di origine campana. I quatto imprenditori coinvolti sono stati denunciati per omessa dichiarazione fiscale, emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti e truffa ai danni dello Stato.

La dinamica

La misura è stata decisa dal Gip di Forlì alla luce delle indagini delle Fiamme Gialle che hanno svelato come i 4 avessero costituito, a Cervia, due società “cartiere” che, fingendosi “esportatrici abituali, acquistavano carburante in regime di esenzione Iva, beneficio concesso a chi acquista beni da esportare all'estero. Comprato senza pagare l'imposta, il carburante veniva invece rivenduto a distributori stradali di benzina”. Dopo alcuni mesi di lavoro, le società si dileguavano senza aver versato denaro nelle casse dello Stato: complessivamente sono risultate aver emesso fatture per operazioni inesistenti per oltre 22 milioni di euro in 2 anni.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.