Esplode fabbrica di fuochi: muore un 19enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:35

Grave incidente ad Arnesano, in provincia di Lecce, dove – per cause ancora da accertare – è esplosa una fabbrica di fuochi d'artificio. La prima vittima accertata – ma potrebbero essercene altre – è il figlio 19enne del proprietario della ditta, la “Pirotecnica” dei fratelli Cosma, fabbrica situata in via Palombara in località Riesci, nelle vicinanze del cimitero comunale. Un fortissimo boato. L’onda d’urto avvertita a chilometri di distanza, fino alla periferia di Lecce. E nel cielo un'enorme colonna di fumo denso. E' il racconto dei testimoni diretti. 

Un morto e due feriti

Inizialmente di contavano tre ustionati, di cui uno in gravissime condizioni: il figlio del proprietario. Nonostante il pronto intervento dei soccorritori, però, Gabriele Cosma, 19 anni appena compiuti, è deceduto poco dopo il ricovero in ospedale. Un altro ferito, un 43enne, è stato invece trasportato in codice rosso al Perrino di Brindisi. L’uomo presenterebbe gravi ustioni su quasi tutto il corpo e rischia la vita. Il terzo operaio ha fortunatamente riportato solo bruciature più lievi.

L'esplosione è avvenuta – per cause in corso di accertamento – intorno alle 8.30 di questa mattina. Divelto completamente il tetto della fabbrica. Sul posto sono ancora al lavoro i vigili del fuoco, intenti a domare l’incendio e a verificare se all’interno ci siano persone intrappolate. In loco anche i Carabinieri della locale caserma e gli ispettori dello Spesal i quali effettueranno i rilievi per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.