Devastazione ad Atene: “Temiamo 100 morti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

E' di almeno 74 morti e 156 feriti il bilancio della serie di incendi che sta devastando l'area nordest di Atene, ma se ne temono almeno 100. Alle 24 vittime rinvenute ieri sera se ne sono aggiunte altre 18 ufficiali.

Tragedia

La gravità della situazione in Attica ha costretto il governo ha dichiarare lo stato d'emergenza. La maggior parte delle vittime sono state trovate intrappolate nelle case o nelle macchine, nel tentativo di fuggire, anche buttandosi in acqua. Terribile la scoperta in una villa di Mati, dove i soccorritori hanno trovato 26 corpi carbonizzati

In fuga

A migliaia, coperti di fuliggine, si sono riversati sulle spiagge o sono saliti su imbarcazioni per sfuggire alle fiamme. Navi militari sono state dislocate lungo le coste delle zone colpite da incendi, per evacuare via mare la gente intrappolata dai roghi. Vittime sono state trovate abbracciate l'una all'altra sulla spiaggia di Argyri a Mati: i corpi, tra i quali quelli di bambini, giacevano a una trentina di metri dal mare, nelle vicinanze di un ristorante molto frequentato. Nello stesso punto sono state trovate decine di automobili carbonizzate.

Soccorsi in azione

Cinque persone che si erano gettate in mare per sfuggire agli incendi che li avevano circondati nei pressi di Rafina, a nord di Atene, sono state salvate da una nave traghetto. Al momento, hanno riferito i pompieri, ci sono ancora 3 incendi in corso nella regione dell'Attica, ma altri roghi minacciano anche altre zone del Paese, in particolare a Corinto, nel Peloponneso e nell'isola di Creta. A rendere difficile il lavoro dei vigili del fuoco è il forte vento. Il portavoce del governo, Dimitris Tzanakopulos, ha annunciato per oggi l'arrivo di Canadair dalla Spagna e di volontari da Cipro.

Ambasciatore italiano: “Connazionali coinvolti? Nulla escluso”

I testimoni hanno parlato di scene raccapriccianti, con mamme e bambini trovati morti abbracciati in un quadro di devastazione che in molti hanno paragonato al disastro di Pompei. Sono in corso, al momento, verifiche per stabilire l'eventuale presenza di italiani fra le vittime del rogo. L'ambasciatore italiano ha fatto sapere di essere in continuo contatto con l'unità di crisi e ha fatto sapere, in relazione alla possibilità che vi siano connazionali coinvolti, che “non è possibile escludere nulla”. Uno degli italiani in vacanza in Grecia, un ex sindaco, ha fatto sapere che lui e altre persone “sono al sicuro in hotel ad Atene. Il volo di ieri è stato soppresso e ci hanno portato in albergo. Dovremmo ripartire oggi. Il cielo di Atene ieri era color giallo sembrava una tempesta di sabbia, era il colore del fuoco”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.