Cede un capannone, muoiono due operai nel ravennate

Un’altra tragedia sul lavoro dopo quella di Rovigo di qualche giorno fa. A Cotignola, in provincia di Ravenna, due operai sono morti a causa del cedimento della parete di un capannone. Si tratta di Matteo Buscarini, 35 anni, e Davide Bellini, 36, entrambi di San Pancrazio, frazione del comune di Russi. Al momento del crollo erano presenti altri due manovali che, tuttavia, non sono stati coinvolti. Le vittime erano dipendenti di una ditta che aveva ottenuto in appalto i lavori di ampliamento della nuova ala della sede della Madel (Detersivi). 

Durante i lavori le travi si sono inclinate lateralmente e poi sono cadute, trascinando verso il basso Buscarini e Bellini che sono precipitati da un’altezza di 15-20 metri prima di rimanere schiacciati sotto il peso del materiale crollato (tra cui due solai).  La morte è stata istantanea. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e il pm di Ravenna Isabella Cavallari per accertare l’esatta dinamica dell’accaduto. L’area è stata sottoposta a sequestro.