“Speranza a chi soffre in Colombia”. Parla il vescovo Álvarez Gómez

La Colombia si prepara alla Giornata Missionaria 2021 e al centenario del Primo Congresso Missionario nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Colombia

In Colombia la Chiesa annuncia Cristo nella carità. L’immagine-simbolo è quella di una suora che visita una donna malata. La religiosa rappresenta tutti i missionari che stanno dando vita e speranza a chi soffre. “Annunciamo Cristo che ci dona vita e speranza” è lo slogan scelto dalla Chiesa in Colombia. In vista della prossima Giornata missionaria mondiale prevista a Domund. Monsignor Mario Álvarez Gómez è il vescovo di Itsmina-Tadó. Presiede la commissione episcopale per le Missioni. “Abbiamo la consapevolezza della nostra responsabilità missionaria. ‘Ad gentes’. Come popolo di Dio“.

Colombia

Colombia, 100 anni

Ricorrono nel 2024 i cento anni del Primo Congresso Missionario nazionale. L’evento ecclesiale si svolse in Colombia nel 1924, riferisce l’agenzia missionaria vaticana Fides. Fu proposto da Santa Laura Montoya. Che incoraggiò il nunzio Roberto Vicentini a promuoverlo e a celebrarlo. Per questo anniversario si terrà nel 2024 un’assemblea plenaria dell’episcopato. Sl tema dell’impegno missionario “Ad gentes”. Per sostenere la missione “Ad gentes”. In Colombia. E oltre i confini della nazione latinoamericana. Sottolinea l’episcopato: “Il tempo della missione è l’eternità. E il primo mandato missionario è umanizzare la terra. Riempirla cioè di umanità. Armonia. Pace. Con Dio. E in Dio. Nel manifesto per la Giornata Missionaria c’è Gesù a braccia aperte. Per accogliere tutti. Sullo sfondo la Croce. Segno della vittoria dell’amore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.