Non c’è futuro senza famiglia. Appello dell’episcopato del Costa Rica

I vescovi del paese latinoamericano indicono la "Settimana nazionale delle Famiglie" in comunione con l’Incontro mondiale indetto da papa Francesco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
famiglia

E’ la famiglia, “chiesa domestica, ad essere al centro della missione ecclesiale. La Conferenza Episcopale del Costa Rica si è coordinata con la Commissione Nazionale per la Pastorale Familiare. E ha indetto la celebrazione della “Settimana Nazionale delle Famiglie“. Che si terrà dal 19 al 26 giugno. Per questa settimana verranno proposte attività nazionali, diocesane e parrocchiali. Seguendo le linee guida del Dicastero vaticano per i Laici, la Famiglia e la Vita. I vescovi hanno inviato un messaggio a sacerdoti. Religiosi. Religiose. Laici di tutta la Provincia Ecclesiastica del Costa Rica. Dal 22 al 26 giugno si celebrerà a Roma il X Incontro Mondiale delle Famiglie.

famiglia
archivio Image / Stock / padre con bambino / foto Insidefoto/Image

Famiglia al centro

Per decisione del Papa l’Incontro si svolge in ogni provincia o diocesi ecclesiastica. In modo inedito e multicentrico. Al fine di coinvolgere il maggior numero possibile di famiglie in tutto il mondo. In ogni Paese ci sarà un centro di incontro locale. Per famiglie e comunità. Permettendo a tutti di sentirsi protagonisti di questo importante evento ecclesiale. I vescovi fanno seguito all’appello di Papa Francesco. Attraverso un programma per questa Settimana nazionale. Che si aprirà in ogni parrocchia domenica 19 giugno. Solennità del Corpo e Sangue del Signore. I sacerdoti sono invitati ad illustrare il legame tra Eucaristia, matrimonio e famiglia. E a pregare per il buon esito dell’Incontro mondiale. Nella Processione del Corpus Domini gli altari realizzati sul percorso verranno destinati alla preghiera. Per le diverse situazioni che le famiglie vivono oggi. Nei giorni seguenti si realizzeranno 3 incontri a livello nazionale. Impiegando la piattaforma Zoom. E 2 celebrazioni in presenza nelle parrocchie. Cioè Rosario degli sposi. E ora di adorazione per le famiglie.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.