Libertà religiosa negata nel mondo. In un anno +69% di cristiani arrestati

Porte Aperte, nuovo report sulla persecuzione. World Watch List 2022. Sono oltre 360 milioni nel mondo i cristiani che sperimentano almeno un livello alto di persecuzione e discriminazione a causa della propria fede

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
cristiani

Mai tanti cristiani arrestati (+69% in un anno). Porte Aperte pubblica la World Watch List 2022. La nuova lista dei primi 50 paesi dove più si perseguitano i cristiani al mondo. Primo dato degno di nota: cresce ancora la persecuzione anticristiana in termini assoluti. I risultati dell’indagine annuale sono sconcertante. Sono oltre 360 milioni nel mondo i cristiani che sperimentano almeno un livello alto di persecuzione e discriminazione a causa della propria fede (un cristiano ogni sette). L’Afghanistan diventa il paese più pericoloso al mondo per i cristiani. Pur aumentando la persecuzione in Corea del Nord, il regime di Kim Jong-un scende al secondo posto dopo 20 anni al vertice di questa classifica.cristiani

Cristiani perseguitati

Tra i circa 100 paesi monitorati dalla nostra ricerca aumenta la persecuzione in termini assoluti. E salgono da 74 a 76 le nazioni che mostrano un livello definibile alto, molto alto o estremo. I cristiani uccisi per ragioni legate alla fede crescono di oltre il 23% (ben 5.898), con la Nigeria sempre epicentro di massacri (4.650) assieme ad altre nazioni dell’Africa Sub-Sahariana colpite dalla violenza anticristiana. Nella top 10 dei paesi con più violenze contro i cristiani troviamo sette nazioni africane.cristiani

Allarme jihadismo

La vittoria talebana è benzina per il jihadismo globale. Cresce il fenomeno di una chiesa “profuga”: sempre più fedeli in fuga dalla persecuzione. Il modello Cina di controllo centralizzato sulla libertà di religione è emulato da altri paesi. Governi autoritari (e organizzazioni criminali) usano le restrizioni per il Covid-19 per indebolire
le comunità cristiane.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.