Thailandia: spediscono resti umani negli Usa. Nei pacchi parte di cadaveri di bimbi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:02

Gli addetti di un’azienda di spedizioni thailandese, lo scorso sabato, si sono trovati di fronte ad un pacco contenente posta rivelatasi decisamente macabra: all’interno di alcuni colli, infatti, sono state trovate una testa, diversi piedi di bambino, un cuore di adulto e un pezzo di pelle tatuata. I pacchi, spediti poche ore prima, erano stati registrati come contenenti “giocattoli”.

I protagonisti di questa storia si sono poi rivelati essere due video-maker statunitensi, Ryan McPherson e Daniel Tanner, rispettivamente di 31 e 33 anni. La polizia thailandese ha emesso dei mandati di arresto nei loro confronti e i due, ai media, hanno affermato di aver comprato quei resti umani in un mercato nero di Bangok, con l’intenzione di fare una “bravata” ed inviarli ad un amico di Las Vegas. Le autorità, nonostante le dichiarazioni, sono convinte che i resti umani provengano dal museo forense dell’ospedale pubblico di Siriraj, sempre nella capitale. Le telecamere della struttura, infatti, mostrano i due uomini aggirarsi per i corridoi, senza tuttavia evidenziare alcun furto.
I mandati d’arresto emessi dalla Corte penale di Bangok si riferiscono all’accusa di aver rubato materiale di proprietà di un’agenzia governativa e a quella di aver presentato un’auto-dichiarazione falsa alla dogana.
Ma questa non è la prima azione di stampo “sadico” attribuibile ai due uomini: due anni fa, infatti, erano diventati milionari grazie ad una serie di video in cui pagavano dei senzatetto statunitensi per picchiarsi selvaggiamente, intitolata “Bumfight”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.