“No paura day”: in centinaia in centro a Bergamo contro le mascherine

"La pandemia è una fesseria" e "No all'obbligo vaccinale" sono stati gli slogan più diffusi. Bargamo è stata la città più colpita dal Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:30

Centinaia di persone si sono ritrovate nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 18 aprile, in centro a Bergamo nell’ambito del “No paura day”. Sul Sentierone, la principale strada pedonale della parte bassa cittadina, erano presenti persone di ogni età che hanno espresso il loro dissenso sulla gestione della pandemia nella città che, un anno fa, più di ogni altra ha sofferto per l’impatto del coronavirus.

Il “No paura day” contro mascherine e vaccinazione

“Oggi verrà più volte chiesto di indossare la maschera, nonostante noi personalmente la riteniamo uno strumento inutile”, avevano anticipato, annunciando un evento solo informativo e non dimostrativo.

“Libertà di scelta” e “No all’obbligo vaccinale” sono stati gli slogan più diffusi, ma anche “La pandemia è una fesseria“. Frasi che, in una città che ha sofferto come Bergamo, non sono ovviamente passate inosservate, con molti passanti che hanno preso le distanze dalla manifestazione. Alla fine, nonostante gli slogan, tutti  partecipanti hanno indossato la mascherina né ci sono stati problemi di ordine pubblico.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.