Von der Leyen invita Bebe Vio alla sessione di Strasburgo: “L’Europa assomigli più ai giovani”

Von der Leyen ha elogiato Bebe Vio come "una leader, immagine della sua generazione, da cui trarre ispirazione" per la sua determinazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

“L’Europa ha bisogno di un’anima, deve sempre più somigliare ai giovani”. Così il presidente della Commissione Ursula von der Leyen durante il discorso sullo stato dell’Unione.

Standing ovation per Bebe Vio, medaglia d’oro alle Paralimpiadi, invitata alla sessione di Strasburgo. “Ad aprile le avevano detto che rischiava di morire, poi è riuscita a vincere una medaglia olimpica”, ha detto la presidente della Commissione europea citando Bebe Vio presente al Parlamento Ue, dopo il lungo e caloroso applauso. Von der Leyen ha elogiato la campionessa come “una leader, immagine della sua generazione, da cui trarre ispirazione” per la sua determinazione [nel video di HyperBros il momento di Bebe Vio alla sessione odierna, ndr].

Von der Leyen: proporremo dichiarare 2022 anno europeo giovani

“Dobbiamo fare in modo che non si creino ulteriori fratture, l’Europa ha bisogno dei giovani, incoraggiamo chi non ha lavoro, chi non studia e non fa formazione: per loro ci sarà un nuovo programma: Alma per offrirà ai giovani la possibilità di effettuare delle esperienze professionali temporanea in un altro stato membro. Proporremo di dichiarare il 2022 l’anno europeo dei giovani“, ha aggiunto.

“Su pandemia l’Ue ha agito unita”

“Se rifletto sull’anno passato e sullo Stato dell’Unione vedo una forte anima in tutto quello che facciamo. Nella principale crisi sanitaria mondiale ci siamo uniti per garantire a tutti gli angoli d’Europa di avere dei vaccini salvavita e abbiamo proceduto con Next generation Eu e con il Green deal – aggiunge -. Abbiamo agito come Europa unita e di questo possiamo essere fieri”.

“Ue leader mondiale nelle vaccinazioni”

“Il lavoro che dobbiamo fare verso una unione europea sanitaria è un grande passo avanti abbiamo dimostrato che quando agiamo insieme agiamo rapidamente”, ha detto la presidente della Commissione europea citando poi il Green pass.

“Siamo leader nel mondo sui vaccini. Oltre il 79% della nostra popolazione è vaccinata. Siamo stati gli unici ad aver diviso oltre la metà dei nostri vaccini col resto del mondo, con oltre 700milioni. Ci siamo già impegnati a condividere 250 milioni di dosi” di vaccini anti-Covid con i Paesi più poveri, “annuncio oggi che la Commissione aggiungerà una nuova donazione di altri 200 milioni di dosi fino alla metà del prossimo anno”.

“In Afghanistan evitare il disastro umanitario”

“Stiamo al fianco degli afghani. Dobbiamo fare di tutto per evitare il rischio di una grande carestia e di un disastro umanitario. Per questo aumenteremo il nostro aiuto umanitario per l’Afghanistan di 100milioni di euro, parte di un nuovo pacchetto di sostegno per l’Afghanistan”.

“Valutiamo centro di intelligence Ue”

“Dobbiamo gettare le basi per un processo decisionale collettivo, sulla base di una conoscenza situazionale. Se gli Stati membri non condividono le loro informazioni a livello europeo, falliremo. Essenziale quindi migliorare la cooperazione in materia di intelligence. L’Ue potrebbe prendere in considerazione la creazione di un proprio Centro comune di conoscenza situazionale”, ha concluso Von der Leyen

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.