Ucraina, Xi Jinping: “Evitare escalation guerra, ferma opposizione a uso armi nucleari”

Incontrando a Pechino il cancelliere tedesco Olaf Scholz, Xi Jinping lancia un appello per impedire un'ulteriore escalation della guerra in Ucraina

interessi
Xi Jinping

Incontrando a Pechino il cancelliere tedesco Olaf Scholz, Xi Jinping lancia un appello per impedire un’ulteriore escalation della guerra in Ucraina. Il presidente cinese ha invitato infatti la comunità internazionale a “rifiutare l’uso e la minaccia delle armi nucleari” per prevenire una “crisi nel continente eurasiatico”.

Xi ha parlato della necessità di garantire la stabilità delle catene di approvvigionamento alimentare ed energetico, entrambe interrotte dall’invasione dell’Ucraina da parte del presidente russo Vladimir Putin.

Ucraina, battuta di arresto per la Russia: possibile ritirata da Kherson

Nella guerra in Ucraina, la Russia sembra di nuovo di fronte a una battuta di arresto. Un funzionario dell’amministrazione filorussa ha affermato infatti come sia probabile che Mosca ritiri le sue truppe dalla riva occidentale del fiume Dnepr, nella regione di meridionale di Kherson. Una previsione che se confermata sarebbe un importante punto di svolta nella guerra. “Molto probabilmente le nostre unità, i nostri soldati, partiranno per la riva sinistra”, ha affermato infatti Kirill Stremousov, il vicecapo dell’amministrazione civile installata da Mosca.

Kiev: “Senza corrente elettrica 450mila abitazioni”

A Kiev sono senza corrente elettrica circa 450mila abitazioni: si tratta di quasi il doppio rispetto ai giorni precedenti. I black out si verificano a causa del sovraccarico del nodo centrale del sistema elettrico del Paese. “Risparmiate energia elettrica il più possibile, perché la situazione rimane difficile”, è stato l’appello del sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko. In tutto il Paese, secondo quanto riferito dal presidente Volodymr Zelensky sono circa 4,5 milioni gli ucraini che non hanno elettricità.