Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Un attacco che colpisce al cuore la città tedesca di Hanau, in Germania, prima ancora che la locale comunità turca: un killer ha aperto il fuoco contro due differenti shisha-bar, locali tradizionali dove è possibile fumare i tipici narghilè, compiendo una strage. Immediato e ingente l'intervento delle Forze dell'ordine che, in breve tempo, hanno interdetto la zona degli attacchi e iniziato a scandagliare rapidamente la città anche con l'ausilio di un elicottero.

Alcune ore dopo la sparatoria, una persona sospettata di essere l'autore della strage di Hanau è stata trovata morta nella sua abitazione: lo ha comunicato la polizia dell'Assia sud-orientale. Si tratta di un uomo di nazionalità tedesca in possesso di un regolare porto d’armi e di una licenza di caccia. Le forze speciali di intervento della polizia hanno anche scoperto un altro corpo nello stesso luogo, quello di una donna, forse la madre. L'autore della strage è un estremista di destra. Gli inquirenti hanno ritrovato un video e uno scritto dello stragista di Hanau: Tobias R. ha scritto che alcuni popoli, che non si possono più espellere dalla Germania, devono essere annientati. È quanto riporta la Bild on line. L'uomo ha riferito di avere un movente politico e di aver agito spinto dall'odio per alcuni popoli che andrebbero “annientati”. Le cronache locali sottolineano l'intensa attività di gruppi neonazi proprio nella stessa città dell’Assia: due anni fa fece scalpore una manifestazione neonazista con centinaia di partecipanti. Ed è di pochi giorni fa il megablitz della polizia in cui 12 persone sono state arrestate con l'accusa di voler commettere attentati contro profughi e musulmani per scatenare una guerra civile in Germania e sovvertire l'ordine costituito.

La polizia pur proseguendo le indagini non ha dato indicazioni su altri presunti “autori” della strage. Secondo Bild il padre dell'attentatore sarebbe stato portato via dalle forze speciali dallo stesso edificio. Sono nove, al momento, le vittime della strage, altre 5 ferite, alcune in condizioni gravissime. A riferirlo è la Bild, la quale ha precisato che fra le vittime vi sarebbero anche alcuni cittadini curdi. Come è noto, nelle ultime ore la polizia ha inoltre reso noto che il corpo senza vita del presunto autore della strage è stato trovato nella sua abitazione insieme a quello della madre. Nel complesso, quindi, finora i morti sono 11.

#show_tweet#

Gli attacchi

Secondo le prime testimoinanze, in almeno uno dei due locali i colpi di arma da fuoco (circa una decina stando a un testimone) sarebbero arrivati da un'automobile di colore scuro, mentre il primo dei due attacchi sarebbe stato messo in atto presso il “Midnight” del quartiere di Heumarkt, in pieno centro storico, attorno alle 22. Non è ancora chiara la matrice del gesto ma, sicuramente, si tratta di un gesto totalmente inaspettato per la città tedesca, distante circa 20 chilometri da Francoforte sul Meno: il primo cittadino, Claus Kaminsky, ha parlato di una serata drammatica, non confermando comunque l'arresto reso noto dalla Polizia. Il secondo attacco sarebbe stato messo in atto poco dopo, presso l'”Arena Bar&Cafè” del quartiere di Kesselstadt in questo caso, il killer avrebbe dapprima bussato alla porta, per poi aprire il fuoco contro gli avventori della sala fumatori. In entrambi gli attacchi ci sono state vittime, mentre la Polizia avrebbe smentito la voce di un terzo attentato a Lamboy.

Il cordoglio

Profondo cordoglio è stato espresso da più parti politiceh tedesche. La cancelliere tedesca, Angela Merkel, ha indirizzato tramite Twitter i suoi “pensieri” alla “popolazione di Hanau” dove è stato “commesso questo terribile crimine”; il suo portavoce, Steffen Seibert, si è augurato che “i feriti si riprendano presto”. La deputata Katja Leikert, rappresentante della città di Hanau, ha parlato di uno “scenario orribile”, mentre per il sindaco della città, Claus Kaminsky (Spd), è stata la “peggiore serata che si possa immaginare”. Il primo cittadino ha annunciato che “a causa delle strade bloccate e delle indagini in corso” due scuole resteranno chiuse oggi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.