India: muore promessa sposa, lo sposo celebra le nozze con la sorella

La donna sarebbe deceduta per un arresto cardiaco durante la cerimonia dello scambio di ghirlande di fiori, per i commentatori la famiglia della defunta avrebbe acconsentito allo sposalizio con la sorella minore in base a un'antica tradizione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:39

Un giorno di festa si è trasformato in un dramma, a cui si stata trovata un soluzione “riparatrice”. La vicenda si è svolta nella parte settentrionale dell’India, lo Stato dell’Uttar Pradesh, riferisce Agi citando il quotidiano Times of India, nel villaggio di Samaspura, lo scorso 27 maggio.

Il decesso

Nel corso di una delle celebrazioni previste dal rito matrimoniale indiano, lo scambio delle ghirlande di fiori che si svolge a casa della futura sposa, la giovane, di nome Surbhi, sarebbe collassata. Lo sposo, Mangesh Kumar del villaggio di Nawli, era lì presente con l’intera famiglia. Trasportata in ospedale, lì i medici non avrebbero potuto fare altro che constatare la morte della ragazza, forse dovuta a un infarto.

Il matrimonio

Le nozze si sono celebrate lo stesso, tra Kumar e la sorella minore della defunta promessa sposa, Nisha. La richiesta sarebbe venuta dallo sposo e la famiglia della giovane avrebbe accettato, scrive ancora Agi, secondo alcuni commentatori sulla base di un’antica tradizione vigente in India che autorizzava il matrimonio con la sorella della sposa, qualora la prima fosse morta.

Ancora Agi riporta le dichiarazioni che il fratello della defunta, Saurabh, avrebbe rilasciato alla stampa locale: “E’ stata una situazione davvero bizzarra in quanto il matrimonio di mia sorella veniva celebrato mentre nella stanza accanto giaceva il suo corpo senza vita. Solo al termine dei riti nuziali sono stati avviati quelli funebri della defunta prima sposa, continua Agi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.