Giappone: Fumio Kishida vince le elezioni e si candida a futuro premier

L'ex ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida ha battuto a sorpresa il favorito Taro Kono candidandosi alla successione dell'attuale premier Yoshihide Suga

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:37
Japan's ruling Liberal Democratic Party (LDP) lawmaker and former foreign minister Fumio Kishida shows off his note book during a news conference as he annouces his candidacy for the party president election in Tokyo, Japan August 26, 2021. REUTERS/Issei Kato

L’ex ministro degli Esteri giapponese Fumio Kishida ha battuto a sorpresa il favorito Taro Kono, responsabile della campagna vaccinale, diventando il presidente del partito conservatore (Ldp), e candidandosi alla successione dell’attuale premier Yoshihide Suga, che si dimetterà a fine settembre a causa della fallimentare gestione della pandemia in Giappone. Ldp ha la maggioranza in entrambe le camere e il nuovo capo dell’esecutivo sarà annunciato lunedì.

Yoshihide “affondato” dal Covid

Yoshihide Suga è Primo ministro del Giappone dal 16 settembre 2020 e presidente del Partito Liberal Democratico dal 14 dello stesso mese. Precedentemente è stato Ministro degli affari interni e delle comunicazioni e Segretario generale del governo negli esecutivi guidati da Shinzō Abe.

Il 14 settembre 2020 è succeduto a Shinzō Abe alla guida del Partito Liberal Democratico e, in quanto tale, il 16 settembre 2020 è divenuto il nuovo primo ministro del Giappone, il primo dell’era Reiwa.

Il 3 settembre del 2021 ha fatto sapere che rassegnerà le dimissioni alla fine del mese, il 30 settembre, e non ha partecipato alle primarie del suo partito d’appartenenza a causa di un drastico calo di fiducia nei confronti del suo esecutivo da parte dell’elettorato e di una gestione della pandemia di COVID-19 rivelatasi fallimentare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.