Covid, Figliuolo: “Vaccinare l’80% della popolazione entro il 30 settembre”

Figliuolo: "Ogni Regione dovrà vaccinare non solo la popolazione residente ma anche chi vive in quel territorio per motivi di lavoro"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32

Si è svolta stamattina l’audizione davanti alle commissioni riunite Affari sociali di Camera e Senato del commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, sull’attuazione del piano vaccini. “L’obiettivo – dice Figliolo – è conseguire la vaccinazione dell’80% della popolazione entro il 30 settembre di questo anno, dando subito priorità alle persone più vulnerabili”.

Figliuolo: “Favorire la ripartenza del Paese”

“Il rateo [quota, ndr] ideale di vaccini da raggiungere, a regime, è fissato in almeno 500 mila somministrazioni al giorno, per ottenere l’immunità di gregge entro la fine di settembre. Su tale fondamentale traguardo – ha sottolineato il generale – è completamente orientata l’intera Struttura Commissariale. Infatti, tutti gli sforzi delle donne e degli uomini che la compongono sono finalizzati a conseguire l’obiettivo assegnato dall’Esecutivo: vaccinare per favorire la ripartenza del Paese”.

“I lutti, i sacrifici, le sofferenze, le situazioni di bisogno che questa pandemia sta determinando – ha aggiunto Figliuolo – richiedono lo sforzo congiunto di tutta l’Italia; proprio in tale ottica, la mia azione è volta a raggiungere il pieno coordinamento con tutti gli attori coinvolti nella gestione dell’emergenza”.

Otto milioni di dosi in arrivo

“Le previsioni circa le forniture di vaccini per il mese di aprile confermano il trend attualmente in crescita, con oltre 8 milioni di dosi in arrivo, 400 mila delle quali del tipo Johnson&Johnson“, ha aggiunto in rifermento all’attuale scarsità di dosi AstraZeneca arrivate in Italia.

Nuovi siti per le vaccinazioni anche dalla Cei

“Inoltre, altri 420 siti – in aggiunta agli oltre duemila attualmente attivi – sono stati individuati per la somministrazione dei vaccini e comunicati alle Regioni. Sono stati identificati tra i siti produttivi, la grande distribuzione, le palestre, le scuole, le strutture di associazioni o della Conferenza Episcopale Italiana“, ha evidenziato il generale Figluiuolo.

Quasi 10 milioni di dosi somministrate

Ad oggi, le somministrazioni di vaccini “dall’inizio della campagna hanno raggiunto quota 9,6 milioni e si è registrato un notevole incremento per ciò che riguarda le persone più vulnerabili: i nostri anziani e chi soffre di patologie gravi. Ad oggi sono circa 3,7 milioni le dosi somministrate, un numero che cresce giorno dopo giorno”, ha concluso Figliuolo.

Le Regioni somministreranno a chi risiede per lavoro

Ogni Regione dovrà vaccinare non solo la popolazione residente ma anche chi vive in quel territorio per motivi di lavoro. E’ quanto prevede l’ordinanza firmata oggi dal commissario per l’emergenza.

“In attuazione del piano strategico nazionale dei vaccini .- si legge – ciascuna regione o provincia autonoma proceda alla vaccinazione non solo della popolazione ivi residente ma anche di quella domiciliata nel territorio regionale per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa nella regione o provincia autonoma”.

Floridia: “Ok a personale scolastico fuori sede”

“Si avvia verso una soluzione, come già indicato da tempo dalla sottoscritta ed all’intero Movimento 5 Stelle, il problema delle mancate vaccinazioni al personale scolastico che lavora in regione diversa da quella di residenza”, commenta la sottosegretaria all’istruzione Barbara Floridia, senatrice M5S.

“Con ordinanza del commissario Figliuolo si dispone che le Regioni procedano alle vaccinazioni non solo della popolazione residente, ma anche a quella domiciliata nel territorio regionale per motivi di lavoro, assistenza familiare o qualunque altro giustificato motivo. L’obiettivo è quello di completare la campagna vaccinale per l’intero personale scolastico il prima possibile: un tassello fondamentale nella direzione della completa riapertura di tutti gli istituti”, conclude Floridia.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.