Eurozona, sceso il rapporto tra Pil e debito pubblico

In Italia si attesta al 156,3%. Secondo i dati Eurostat la riduzione è da ricollegare alla ripresa della crescita economica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:28
Europa

L’Eurostatl’Ufficio statistico dell’Unione Europea – ha reso noto oggi che, nel periodo tra aprile e giugno, il rapporto tra Pil e debito pubblico nell’Eurozona, è sceso attestandosi attorno al 98,3% dopo che, a inizio anno, era stata lambita la soglia psicologica del 100%.

La situazione in Italia e la media europea

In particolare, In Italia, nello stesso periodo dell’anno, il debito è passato dal 160% al 156,3%, mentre nell’insieme dei paesi dell’Unione Europea, si è passati dal 92,4 al 90,9%. Secondo Eurostat, questa riduzione è da ricollegare alla ripresa della crescita economica venuta crearsi nel secondo trimestre del 2021 in quanto, il debito, ha continuato a crescere per cercare di compensare gli effetti dovuti alla crisi scaturita dalla pandemia.

Il rapporto tra deficit e Pil

Nei 19 paesi facenti parte dell’Eurozona, il rapporto tra deficit e Pil, ha avuto un decremento dello 0,2% dal primo al secondo trimestre dell’anno, passando dal 7,1% al 6,9%. La media complessiva dell’Ue è passata dal 6,6% al 6,3%.

Le motivazioni di questo andamento

Questo andamento, secondo Eurostat, è da ricollegarsi alla ripresa dell’incremento del Prodotto Interno Lordo. Oltre a ciò, a seguito delle diverse iniziative messe in atto dai vari paesi per contrastare la crisi economica scaturita dall’emergenza sanitaria, sono aumentati, in termini assoluti, le spese e gli incassi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.