Cortei di protesta e scontri in Germania per le misure anti Covid

Migliaia di persone in diverse città tedesche sono scese in strada per protestare contro le misure adottate in Germania per arginare il Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:36
I cortei in Germania

Migliaia di persone in diverse città tedesche sono scese in strada ieri sera per protestare contro le misure adottate in Germania per arginare il Covid. I cortei, spesso non annunciati, hanno visto un’ampia partecipazione soprattutto nell’est del Paese, e nella cittadina sassone di Bautzen si sono registrati anche scontri con la polizia e disordini, con 10 agenti feriti, stando alle notizie diramate dalle forze dell’ordine.

Fino a 15 mila persone hanno protestato nelle città del Land Meclemburgo-Pomerania Anteriore. Si tratta della regione che da lunedì ha chiuso cinema, teatri e musei a causa della diffusione del contagio da coronavirus. Anche in Brandeburgo hanno dimostrato circa 9000 anticovid in diversi centri. Manifestazioni sono avvenute anche nell’ovest, nel Saarland, in Assia e in Bassa Sassonia, dove i numeri dell’affluenza sono stati decisamente inferiori.

In Germania incidenza settimanale in lieve aumento

Sono intanto 13.908 i nuovi casi di contagio da Covid e 69 i morti registrati nelle 24 ore dal Robert Koch Institut. I dati sono comunque ritenuti poco attendibili, a causa dei ritardi accumulati nei giorni festivi (coincisi peraltro col weekend, spiega Ansa).

L’istituto ha segnalato peraltro che durante le feste cala il numero dei test. In lieve aumento l’incidenza settimanale che oggi è a 223,7 casi su 100 mila abitanti, rispetto ai 220,7 di ieri. Complessivamente la Repubblica federale vede da alcune settimane un calo della curva, dopo una forte spinta provocata dalla variante delta, ma gli esperti e il ministro della Salute hanno già avvertito che i numeri torneranno a salire a causa della diffusione della variante Omicron.

Sileri: “In Germania misure forti anti quarta ondata, noi diluite”

“La Germania ha dovuto bloccare la quarta ondata di Delta con misure molto forti che invece noi abbiamo diluito nel tempo grazie al Green Pass. La Germania ha ritardato l’inizio di Omicron, infatti i dati sono molto più bassi ma vedrete che saliranno anche da loro senza dubbi. Il Green Pass credo che sia la soluzione migliore rispetto alla variante Omicron”. Lo ha detto stamattina il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri su “Mattino Cinque News”, su Canale 5, relativamente all’ipotesi dell’allentamento della quarantena per chi ha fatto la terza dose.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.