Bollettino Covid: 3.937 nuovi casi e121 decessi

In quattro Regioni, tre del Nord Italia, non si registrano decessi nelle ultime 24 ore e il numero dei ricoverati in terapia intensiva è il più basso dallo scorso dicembre. Somministrate 31,8 milioni di dosi di vaccino, il 94,8% di quelle consegnate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:31

Nel nostro Paese scende ancora la curva epidemica, con un calo del 30% circa rispetto alla scorsa settimana. In una settimana in Trentino non si sono registrati decessi, oggi altre tre Regioni comunicano zero morti da Covid nelle ultime 24 ore. Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 10,6 milioni. Lo si apprende dal bollettino giornaliero del Ministero della Salute sulla diffusione del Coronavirus in Italia.

I numeri

I nuovi casi nelle ultime 24 ore sono 3.937, contro i 3.224 di ieri. Una settimana fa erano stati 5.506. I tamponi effettuati sono 260.962, ottomila in più rispetto a ieri, e il tasso di positività aumenta lievemente dall’1,3% di ieri all’1,5% di oggi. I decessi sono 121, ieri erano stati 166, per un totale di 125.622 vittime da inizio epidemia.

Prosegue il calo dei ricoveri, con le terapie intensive che registrano il dato più basso dallo scorso dicembre. In quei reparti i degenti scendono di 45 unità, fino a 1.278. Giù anche i ricoveri ordinari, che calano di 439 unità (ieri -393), e scendono a 8.118. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Nessun decesso

Non si registrano morti dovute al Coronavirus nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta, Friuli-Venezia Giulia e Basilicata. In Trentino, per il settimo giorno consecutivo, la casella dei decessi resta vuota.

In Valle d’Aosta i nuovi positivi sono nove, per un totale da inizio pandemia di 11.534. Dodici del 242 attuali positivi sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. E il numero dei decessi resta stabile a quota 472. All’estremo opposto dell’arco alpino italiano, in Friuli-Venezia Giulia non si registrano decessi nelle ultime 24 ore, ma si riscontrano due morti pregresse. In totale il numero dei morti ammonta a 3.782, con la seguente suddivisione territoriale: 812 a Trieste, 2.006 a Udine, 673 a Pordenone e 291 a Gorizia.

Scendendo nel Meridione, la task force regionale della Basilicata rende noto con il bollettino quotidiano che non si registrano decessi, che restano fermi a 550.

Campagna di vaccinazione

Sono 31.854.231 i vaccini anti-Covid somministrati nel nostro Paese, il 94,8% delle dosi finora consegnate, pari a 33.618.267. Si tratta di 22.141.080 dosi del vaccino Pfizer/BioNTech, 7.382.080 di AstraZeneca, 3.371.357 di Moderna e 723.750 di Johnson & Johnson. Ammonta a 10.647.817 il totale delle persone vaccinate a cui sono state somministrate entrambe le dosi. La somministrazione ha riguardato 17.716.757 donne e 14.137.474 uomini.

Le dosi sono state somministrate a 6.948.832 ultraottantenni, 6.785.309 “soggetti fragili” o caregiver, 3.447.671 operatori sanitari, 1.002.342 unità di personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio, 697.093 ospiti di strutture residenziali, 4.677.008 nella fascia di età 70-79 anni, 3.740.502 over60, 1.642.964 membri del personale scolastico, 2.399.305 appartenente ad altre categorie.

Per quanto riguarda la suddivisione territoriale, in testa in termini di dosi somministrate la Lombardia con 5.507.744 (il 97,1% delle dosi ricevute), il Lazio con 3.078.545 (92,1%) e la Campania 2.987.515 (95,3%).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.