Biden: “Questa aggressione merita una risposta. Swift è sempre un’opzione”

Il presidente degli Stati Uniti ha affrontato il conflitto ucraino parlando alla nazione dalla Casa Bianca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:52

Rivolgendosi alla nazione dalla Casa Bianca, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato nuove sanzioni nei confronti della Russia in seguito alla operazioni di Mosca nel territorio ucraino. “E’ una guerra premeditata da mesi”, ha inoltre affermato il presidente americano. “Vladimir Putin ha respinto ogni offerta di dialogo. Putin è l’aggressore, ha scelto questa guerra”, ha affermato Biden, non escludendo in futuro sanzioni dirette al presidente russo.

Paria

“Non ho nessun piano di parlare con Putin”, ha detto il presidente Usa, dichiarando che il suo omologo russo diventerà un “paria sulla scena internazionale”. Ha poi annunciato che gli Statu Uniti prenderanno iniziative per proteggere gli alleati della Nato, “le nostre forze in Europa difenderanno gli alleati della Nato, difendendo ogni centimetro del territorio dell’alleanza”. “Faremo il possibile per limitare i danni per gli americani, ma questa aggressione merita una risposta”, ha detto ancora Biden, aggiungendo inoltre che gli Stati Uniti rilasceranno ulteriori riserve petrolifere strategiche, se servirà.

Sanzioni

Il presidente ha poi annunciato le nuove sanzioni, che riguardano altre quattro banche statali russe, e il bando dell’export tecnologico russo. Nella blacklist c’è anche la Vtb, una delle banche più grandi del Paese. E più della metà delle importazioni tecnologiche della Russia, ha precisato Biden, sarà bloccata.

Swift

L'”arsenale” di sanzioni non è si esaurisce qui. “Non ho sottovalutato Putin, le sanzioni contro di lui restano sul tavolo”, ha proseguito il presidente Usa. “Swift è sempre un’opzione, al momento non ci sono piani per usarlo”, ha infine affermato Biden, riferendosi all’opzione paventata da più parti di espellere la Russia dal sistema di pagamenti internazionali Swift.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.