Amministrative: la situazione città per città

Vanno al ballottaggio Roma, che congeda la sindaca Raggi; Torino per il dopo-Appendino e Trieste. Ravenna sceglie il centrosinistra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:51

Il centrosinistra vince nelle città al voto per le amministrative. A Milano, Napoli e Bologna vincono al primo turno Sala (57,71%), Manfredi (63,16%) e Lepore (62,00%).

Vanno al ballottaggio Roma, che congeda la sindaca Raggi, tra Michetti (30,44%) e Gualtieri (27,03%); Torino per il dopo-Appendino tra Lo Russo (43,67%) e Damilano (38,92%); Trieste tra Dipiazza (47,28%) e Russo (31,45%). Al centrodestra la Regione Calabria, con Occhiuto al 54,41% che batte la candidata del centrosinistra Amalia Cecilia Bruni (27,84%) e il sindaco di Napoli De Magistris (16,04%).

I risultati città per città

Milano – Il candidato di centrosinistra e sindaco uscente Giuseppe Sala è stato rieletto al primo turno. A distanza di quasi 20 punti lo sfidante principale Luca Bernardo del centrodestra.

Roma – Testa a testa per il ballottaggio tra il candidato del centrodestra Enrico Michetti e quello di centrosinistra Roberto Gualtieri. Seguono la sindaca uscente M5s, Virginia Raggi, e il candidato Carlo Calenda. Nello specifico, questa mattina il candidato a sindaco di Roma per il centrodestra Enrico Michetti al primo turno ha il 30,21% dei consensi, quello del centrosinistra Roberto Gualtieri, il 27,02%, Carlo Calenda il 19,71% e Virginia Raggi il 19,15%. Questi i risultati del voto nella Capitale quando lo spoglio è quasi concluso con 2.526 sezioni scrutinate su 2.603. Quando mancano 77 sezioni, Calenda è terzo con uno stacco di 6.072 voti sulla sindaca uscente Virginia Raggi.

Torino – Il candidato di centrosinistra Stefano Lo Russo è in vantaggio su quello di centrodestra Paolo Damilano. Definitivo il ballottaggio.

BolognaEletto al primo turno il candidato di centrosinistra Matteo Lepore, che ha battuto quello di centrodestra Fabio Battistini.

NapoliEletto al primo turno il candidato di centrosinistra (Pd+M5s) Gaetano Manfredi che ha battuto di molte lunghezze l’aspirante sindaco di centrodestra, Catello Maresca.

Regione Calabria – Vittoria al primo turno per il candidato del centrodestra Roberto Occhiuto, in netto vantaggio sulla candidata del centrosinistra, Amalia Bruni, e il candidato sostenuto da liste civiche, Luigi De Magistris. Non ce l’ha fatta l’ex sindaco di Riace Domenico “Mimmo” Lucano ad essere eletto al Consiglio regionale della Calabria. Nonostante un ottimo risultato personale, con 9.779 preferenze, la lista nella quale era capolista in tutte e tre le circoscrizioni a sostegno della candidatura a presidente di Luigi de Magistris, non ha raggiunto la soglia di sbarramento del 4% fermandosi al 2,39. Lucano, giovedì scorso, a tre giorni dal voto, era stato condannato dal Tribunale di Locri a 11 anni e 2 mesi per presunte irregolarità nella gestione dei migranti del “modello Riace”.

Trieste – In nottata è terminato lo scrutinio delle schede a Trieste, che ha sancito le previsioni di ieri, cioè di un ballottaggio tra il sindaco di centrodestra uscente, Roberto Dipiazza, e il candidato di centrosinistra, Francesco Russo. Dipiazza, appoggiato dalle liste Lista Civica Dipiazza per Trieste, Lega Salvini Fvg, Noi con l’Italia Dipiazza Sindaco, Cambiamo Trieste, Forza Italia e Fratelli d’Italia, ha ottenuto 38.954 voti, pari al 46,92 per cento dei voti validi. Francesco Russo, sostenuto dalle liste Partito Democratico-Demokratska Stranka, Uniti per un’altra città- Zdruzeni za drugacno mesto, Partito animalista ambientalista, Lista Russo Punto Franco, Ts 21-26 Russo Sindaco e Noi Pensionati Insieme, ha ottenuto 26.275 voti, pari al 31,65 per cento dei voti validi.

Benevento – Per una manciata di voti Clemente Mastella non vince al primo turno attestandosi al 49,33 per cento mentre le liste a lui collegate vanno ben oltre il 50 per cento. Il sindaco uscente andrà al ballottaggio con il candidato del centrosinistra Luigi Diego Perifano che ha ottenuto il 32,34 per cento dei consensi con il PD che si conferma primo partito nel capoluogo sannita. Con il 13,25 per cento dei voti è terzo nella competizione Angelo Moretti, cui segue Rosa De Stasio con il suo 5,07 per cento, candidata del centrodestra monco di Forza Italia.

Caserta – Si va verso il ballottaggio tra il sindaco uscente del centrosinistra Carlo Marino e il candidato del centrodestra, Giampiero Zinzi.

Cosenza – Lo spoglio avverrà soltanto dopo quello delle regionali.

Grosseto – Il sindaco uscente di centrodestra Antonfrancesco Vivarelli Colonna va verso la riconferma al primo turno, in netto vantaggio sul candidato di centrosinistra Leonardo Culicchi.

Isernia – Testa a testa tra il candidato del centrosinistra, Pietro Castrataro, e quello del centrodestra, Gabriele Melogli. Si va al ballottaggio.

Latina – Avanti il candidato del centrodestra, Vincenzo Zaccheo, su Damiano Coletta del centrosinistra. Si va verso il ballottaggio.

Novara – Il sindaco uscente di centrodestra, Alessandro Canelli, va verso la riconferma al primo turno, superando il candidato di centrosinistra, Nicola Fonzo.

Pordenone – Il candidato sindaco Alessandro Ciriani di centrodestra va verso l’elezione al primo turno, seguito dal candidato di centrosinistra Gianni Zanolin.

Ravenna – Il sindaco uscente di centrosinistra Michele De Pascale è stato riconfermato al primo turno.

Rimini – Il candidato sindaco del centrosinistra Jamil Sadegholvaad è in vantaggio su quello di centrodestra Enzo Ceccarelli: è ancora incognita sul ballottaggio.

Salerno – Il sindaco uscente di centrosinistra Vincenzo Napoli va verso la riconferma al primo turno, superando il candidato
del centrodestra Michele Sarno.

Savona – Il candidato del centrosinistra Marco Russo è in testa sul candidato del centrodestra Angelo Schirru. Si va verso il ballottaggio.

Varese – Il sindaco uscente di centro sinistra Davide Galimberti è in vantaggio sul candidato di centrodestra, Matteo Luigi Bianchi. Si va verso il ballottaggio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.