Una Santa Pasqua, In Terris festeggia grazie a te

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:41

Carissimo amico e lettore,

anche quest'anno In Terris celebra la Santa Pasqua di Resurrezione, un momento di profonda riflessione ma, soprattutto, una nuova occasione per ringraziare il Signore per la vita passata attraverso questo quotidiano. Uno strumento che, ormai da cinque anni, si propone come veicolo di un'informazione che aspira a guardare i propri lettori negli occhi, in un confronto continuo e prolifico fatto di opinioni, consigli, critiche, proposte e idee. Una vera e propria sfida nel vasto e multiforme mondo dell'informazione contemporanea.

Anche grazie alla tua presenza abbiamo potuto valorizzare questo strumento di comunicazione – e quindi di formazione – che offre a bravi giornalisti la possibilità di esercitare la propria professione mettendola al servizio del bene comune, provando a fare una giusta informazione e inserendo contenuti sui valori e principi della nostra storia, cultura, tradizione e fede, con uno sguardo internazionale al fine di andare oltre un certo provincialismo.

Ogni giorno In Terris è riuscito a esistere grazie al lettore attento e a volte anche esigente. Ora abbiamo anche bisogno del tuo aiuto per andare avanti perché il giornale vive solo di sponsor e Provvidenza. Non abbiamo grandi benefattori ma solo piccole gocce di buona volontà che insieme ci sostengono.

Ti auguriamo una Santa Pasqua, da vivere nella pace e nell'armonia della famiglia e delle amicizie.

Grazie per continuare a leggerci, per la diffusione che potrai fare di questo strumento di solidarietà.

La redazione

 

Modalità di donazione

Puoi fare un versamento direttamente sul nostro

 

Conto Corrente Bancario

IBAN: IT 23 C 05216 03222 0000 0000 1204
BIC: BPCVIT2S

 

Paypal

Ti ricordiamo che PayPal è il sistema di pagamento veloce, sicuro e semplice da usare, che ti garantisce la massima protezione.

Accetta tutte le carte di credito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.