La proposta di RyanAir che fa felici i viaggiatori: “Biglietti di volo gratis”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Dallo stravagante O’Leary arriva un’idea che fa felice i tanti clienti abituali di RyanAir: volare senza pagare il biglietto. Un’idea che di sicuro farà contenti molti passeggeri: volare gratis! Con quest’ultima iniziativa lanciata sul mercato con la compagnia aerea Low Cost irlandese, l’amministratore delegato ha infatti dichiarato, come si apprende dal sito dil quotidiano la Repubblica: “Ho questa visione che fra 5 o 10 anni non si pagherà niente per viaggiare con la RyanAir”. Ma in molti si chiedono come farà a realizzare questa iniziativa choc.

O’Leary ha spiegato che il sogno potrà diventare realtà grazie ai maggiori ricavi ottenuti da accordi migliori con gli aeroporti. RyanAir, in pratica, mira ad aumentare il numero dei passeggeri in transito all’interno degli aeroporti, incrementando gli introiti derivanti dai servizi e dai prodotti acquistati negli scali. La compagnia intende, quindi, guadagnare richiedendo agli aeroporti parte degli introiti.

Il ragionamento parte dalla costatazione che è la compagnia con i suoi viaggiatori che porta clienti agli esercenti degli aeroporti, ormai divenuti dei veri e propri centri commerciali. L’idea è quella di stringere accordi con i ristoranti e gli esercizi commerciali che pagheranno loro uno stipendio a fronte del numero di persone che popolano gli aeroporti e che vi spendono al loro interno.

Il progetto è ambizioso, ma l’obbiettivo della compagnia è far diventare questo sogno realtà entro 5 anni, 10 al massimo. Innanzitutto, la compagnia irlandese tenterà di azzerare le tasse aeroportuali, che infieriscono e non poco sul costo finale del biglietto. Secondo O’Leary, infatti, una causa è la Brexit, spigando che con l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa è quasi certo che le tariffe dei biglietti aerei aumenteranno nonostante nel 2016 i voli RyanAir sono costati mediamente 46 euro l’uno.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.