Imprenditoria sociale: Ashoka alla conquista del mercato italiano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:30

Importanti novità in arrivo per il non profit italiano. Ashoka, la più grande rete internazionale di imprenditori sociali, si presenta ufficialmente con un evento che si terrà a Milano il 26 febbraio pensato per stimolare la creazione di un innovativo ecosistema di imprenditoria sociale in Italia. Nel capoluogo lombardo 12 imprenditori sociali facenti parte del network di Ashoka si incontreranno per presentare le proprie metodologie e trovare potenziali partner con i quali replicare le loro esperienze in Italia. Ashoka, in 35 anni di attività, ha supportato 3000 imprenditori sociali-innovatori in più di 80 nazioni nel mondo

L’evento, intitolato “Innovare per partire: gli imprenditori sociali di Ashoka come motore per la crescita. In Italia e nel mondo”, è patrocinato dal Comune di Milano con il sostegno della Fondazione Robert Bosch e sarà coordinato da Alessandro Valera, Launch Director di Ashoka Italia. “L’Italia – spiega Valera – anche se ha una ricca storia di imprenditoria sociale, è l’unico grande Paese europeo in cui non è presente Ashoka. Il nostro progetto è quello di rilanciare l’occupazione tramite l’innovazione sociale, rendendo i modelli imprenditoriali più sostenibili e internazionalizzando le idee migliori”. Luciano Balbo (Oltre Venture), Atje Drexler (Robert Bosch Schiftung), Giovanna Melandri (Human Foundation) e Gerard Dambach (Bosch Italia) apriranno la giornata. Nel corso della giornata, Ashoka Italia presenterà anche una mappatura degli innovatori sociali italiani.

Uno dei 12 imprenditori sociali che presenteranno il proprio progetto è Christian Vanizette. Nel 2010 Christian, all’età di 23 anni, ha fondato MakeSense, un network globale open source usato da migliaia di persone appassionate di imprenditoria sociale. “Ashoka mi ha invitato a presentare MakeSense a Milano perché facciamo parte del loro programma “Globaliser” – spiega Vanizette – che ci aiuta a sviluppare MakeSense in tre Paesi dell’Europa meridionale: Spagna, Grecia e Italia”.

“Uno dei casi che presenteremo – prosegue Vanizette – è ‘La France s’engage’, un progetto del Presidente della Repubblica francese, François Hollande, che mira a promuovere iniziative con forte impatto sociale in Francia e di cui MakeSense è partner. Il progetto sta creando un vero movimento per l’impresa sociale, che incoraggia l’innovazione sociale nel Paese grazie alla collaborazione di più attori: al sostegno dello Stato ma soprattutto ad una mobilitazione a livello cittadino. Presenteremo questo modello perché possa essere implementato anche in Italia”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.