Gli artigiani del diavolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10

Le sette occulte e i ciarlatani promettono cure immaginarie e non esistono leggi per contrastarli – spiega l’esorcista don Aldo Buonaiuto, autore del libro d'inchiesta 'Gli artigiani del diavolo. Come le sette e i santoni manipolano l'Occidente' (Rubettino, da domani nelle librerie, con la prefazione del segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin)”. 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI: WWW.GLIARTIGIANIDELDIAVOLO.IT

I numeri dell'emergenza

Sono 30 mila gli italiani che ogni giorno chiedono un consulto a maghi, astrologi, veggenti e santoni. Un business sommerso, un fenomeno trasversale che riguarda ogni ceto sociale e si traduce nel boom di denunce al numero verde Antisette (800-228866) della Comunità Papa Giovanni XXIII: 851 istanze nel 2007, 1.620 nel 2019. Un ginepraio di false promesse, stupri, allontanamenti da famiglie e amici. Un impoverimento economico che si traduce in fatturato di 8 miliardi di euro. Lamentarsi non è ammesso all’interno della setta. Al bando le “vibrazioni negative”: vige il dead file, una cartella in cui vengono scritte le persone che azzardano critiche. Una black list per casi “problematici”. L’odierno supermercato delle credenze è il terreno di coltura ideale per il moltiplicarsi tumultuoso e inarrestabile delle sette. Sono 13 milioni gli italiani che almeno una volta nella vita si sono rivolti ad astrologi, cartomanti, sensitivi e veggenti.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI: WWW.GLIARTIGIANIDELDIAVOLO.IT

L'appello del Segretario di Stato vaticano

“Sono vicende angoscianti ed inquietanti, alle quali di primo acchito si stenterebbe a credere – afferma nella prefazione del libro il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano -. Lo spaccato di miseria umana che emerge non deve spaventare ma deve ricordarci che il Crocifisso, della cui conoscenza intima ed amorosa si nutre la nostra vita cristiana, resta l’unica salvezza alla quale volgere lo sguardo. Cristo nelle sue creature offese e indifese si lascia offendere e violare ma non le abbandona: mai! Anzi, le salva”.

E, prosegue il più stretto collaboratore di Papa Francesco: “Plaudo all’iniziativa che già Don Oreste Benzi, fondatore della benemerita Comunità Papa Giovanni XXIII, in modo ispirato aveva voluto e che con generoso impegno Don Aldo e i suoi collaboratori proseguono. Sarà opportuno che il numero Anti Sette 800 22 8866 sia fatto conoscere il più possibile affinché attraverso di esso giunga a chi vuole trovare serenità e pace un aiuto competente ed efficace… Ho speranza, poi, che tale iniziativa possa suscitare un ripensamento ed un desiderio di vita nuova anche negli autori delle trappole psicologiche che, sotto svariate apparenze, si propongono quali maestri di salvezza, risolvendosi invece in guide cieche”.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI: WWW.GLIARTIGIANIDELDIAVOLO.IT

Ramonda (Apg23): “Un servizio specifico alle vittime delle sette”

“La Comunità Papa Giovanni XXIII – afferma il responsabile generale Giovanni Paolo Ramonda – dedica un servizio specifico alle persone vittima delle sette e ai suoi familiari. L’assistenza è stata voluta direttamente da Don Oreste Benzi proprio per sostenere coloro che erano finiti in questi giri e che chiedevano aiuto. In questa circostanza mi vengono in mente le parole di don Oreste che diceva: 'Quando vuoi mandare via le tenebre, non devi dare loro i pugni, ma accendere la luce'”.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI: WWW.GLIARTIGIANIDELDIAVOLO.IT

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.