A La Paz il rimboschimento più grande del decennio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59

“Piantare alberi è un compito che va a beneficio della città e del pianeta” ha dichiarato il sindaco di La Paz, Lusi Revilla, iniziando la campagna di rimboschimento delle zone rurali limitrofe alla capitale boliviana. Un progetto che vede coinvolta anche la Germania, rappresentata all’evento dall’Ambasciatore Peter Linder. Sono circa 3.500 le piantine con cui lo Stato europeo ha collaborato, in prevalenza si tratta di arbusti di acacia che andranno a rinverdire un territorio di circa 40.000 metri quadri, nella zona di Ciudadela Ferroviaria, situato nel nord ovest di La Paz.

Secondo la Direzione e Gestione dell’Ambiente del Comune, questo rimboschimento è il più grande dell’ultimo decennio considerando l’ampiezza del territorio su cui si andrà ad intervenire. “Abbiamo l’ambizione di creare un futuro sostenibile con un socio molto qualificato, come è il comune di La Paz, soprattutto per le conoscenze nel campo ambientale. – ha dichiarato l’ambasciatore tedesco – Per questo si sono concretizzate politiche sostenibili di protezione che hanno molta importanza nelle mie attività in Bolivia”.

I funzionari del comune hanno distribuito le migliaia di piantine, soprattutto acacie, pioppi, e alcune piante della vegetazione locale, agli abitanti della zona per sensibilizzarli all’opera di rimboschimento e alla successiva cura dell’ambiente, nella speranza che – come si legge in una nota emessa dagli uffici del Comune di La Paz – le tante piantine “stabilizzeranno il settore e l’area diventerà un nuovo polmone verde”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.