Savona, tir travolge cantiere autostradale: 2 morti Nell'incidente rimaste ferite cinque persone. A10 chiusa al traffico

200
tir

Incidente mortale a Savona, dove due operai che lavoravano in un cantiere della A10, tra Albisola e Celle Ligure, sono stati travolti da un tir. A diffondere la notizia sono i vigili del fuoco. Secondo quanto riferito dalla Polizia Stradale di Genova, i due lavoratori sono morti sul colpo. Otto, in tutto, le persone coinvolte nell’incidente. Le vittime erano originarie di Ovada e Asti. Un terzo operaio è rimasto incastrato sotto il tir, ed avrebbe subito l’amputazione di una gamba. Al momento è ricoverato all’ospedale San Martino di Genova, dove è stato trasportato con l’elicottero. Il mezzo pesante è spagnolo. A bordo della vettura, due persone rimaste lievemente ferite.

I soccorsi

Medicate all’ospedale San Paolo di Savona, i conducenti del tir sono ora sotto interrogatorio dalla Polizia Stradale. I due sono stati anche sottoposti ai test sul consumo di droga e alcool. Una macchina è andata fuori strada. I due passeggeri sono rimasti lievemente feriti.

L’incidente

Il tir ha sbandato durante una curva all’uscita di una galleria e si è schiantato contro il muro alla destra della carreggiata, poi rovesciandosi ha travolto il cantiere e l’auto finita nella scarpata. L’incidente è avvenuto nello stesso punto dove ieri un Tir è andato a sbattere contro il muro laterale della carreggiata prendendo fuoco e paralizzando il traffico per alcune ore. Il cantiere dove sono stati travolti gli operai “era regolarmente segnalato”, fa sapere Autostrade, ed era stato allestito proprio per sistemare i danni causati dall’incidente di ieri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, anche con l’elicottero, i sanitari del 118, quattro ambulanze, polizia stradale e personale di Autostrade.

Autostrada chiusa

L’autostrada è stata chiusa al traffico e per chi transita in direzione Genova è stata consigliata l’uscita ad Albisola.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS