BERGOGLIO ATTESO ALLA FIERA DI ROMA PER IL PIU’ GRANDE CONGRESSO DI CARDIOLOGIA Data l'eccezionalità della visita, è stato messo a punto un particolare piano di prevenzione

530
bergoglio

Più di 35 mila medici cardiologi, provenienti da 144 Nazioni. Sono questi i numeri dell’ “Esc Congress 2016”- il più grande Congresso al mondo sulla patologia cardiovascolare – che quest’anno si è svolto per la prima volta in Italia, a Roma, nelle strutture della Nuova Fiera di Roma. Il grande evento si concluderà con la visita di Papa Francesco, che domani – dopo l’udienza generale del mercoledì – viaggerà alla volta della polo fieristico capitolino, dove saluterà i partecipanti al convegno medico.

“La visita di Papa Francesco è un avvenimento che mi emoziona nel profondo – ha affermato Pietro Piccinetti, amministratore unico di Fiera Roma -. Questo Pontefice, con il suo calore umano e la sua empatia, non finisce mai di stupire. Credo che abbia deciso di portare il suo saluto a questi medici provenienti da tutto il mondo, persone che ogni giorno lavorano per salvare vite e lenire sofferenze, perché condivide con loro la missione della cura”.

“Per noi di Fiera Roma – ha precisato Piccinetti – il pensiero che la nostra struttura possa essere cassa di risonanza per le parole del Santo Padre è un onore indescrivibile”.

Data l’eccezionalità della visita, è stato messo a punto un piano di prevenzione con un percorso principale e uno alternativo per il Pontefice, “ispirato a criteri di massima sicurezza”. Stanotte, inoltre, sono previste le bonifiche dei padiglioni, mentre domani ai varchi d’accesso i controlli saranno effettuati con i metal detector.

“Il piano di sicurezza, studiato nei minimi dettagli insieme con gli organizzatori dell’evento ed i vertici della nuova Fiera di Roma, rappresenta – ha commentato la Questura di Roma – un moderno esempio di partenariato pubblico e privato applicato alla sicurezza”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS