AIUTI ALLE BANCHE, VISCO: “NON E’ DA ESCLUDERE UN INTERVENTO PUBBLICO” Il governatore della Banca d'Italia all'assemblea Abi: "La Brexit arriva in un momento difficile, la ripresa c'è ma è fragile"

432
visco

Per aiutare le banche italiane non si può escludere un intervento pubblico. Lo ha detto, nel corso dell’assemblea Abi, il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, secondo cui ” a fronte del rischio che, in un contesto di elevata incertezza, problemi circoscritti intacchino la fiducia nei confronti del sistema bancario, un intervento pubblico non può essere escluso”.

Il governatore della Banca d’Italia ha detto di “non sottovalutare i segnali di preoccupazione, il nervosismo che provengono dalla situazione dei mercati finanziari e interessano le banche italiane. Insieme con le altre autorità stiamo agendo con determinazione per promuovere efficaci interventi di mercato”.

Visco ha poi parlato dei possibili contraccolpi della Brexit. L’uscita del Regno Unito dalla Ue arriva in un “momento difficile” per l’Europa e in questa situazione “rischiano di alimentarsi sentimenti già diffusi di insoddisfazione nei confronti del progetto europeo”.

La ripresa economica, ha sottolineato, “si è avviata ma è fragile; la disoccupazione rimane elevata; l’inflazione resta molto bassa, lontana dai livelli coerenti con la definizione di stabilità dei prezzi”.

In questo contesto, ha aggiunto, “diviene ancora più necessario evitare che ulteriori ritardi nell’introduzione di strumenti di intervento sovranazionali aggravino la situazione di vulnerabilità dell’area e rendano più difficile reagire adeguatamente agli shock e contrastare l’insorgere di effetti di contagio”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS