AUTOBOMBA AL CONFINE TRA SIRIA E TURCHIA: 10 MORTI E 20 FERITI A diffondere la notizia l'Osservatorio nazionale siriano per i diritti umani

534
siria

Almeno 10 persone uccise e altre 20 ferite, è questo il tragico bilancio dell’ennesima esplosione avvenuta in Siria. Questa volta il kamikaze si è fatto esplodere in una automobile nei pressi di Tal Abyad, una località siriana al confine con la Turchia, ma controllata dalle forze curde. L’attentato è avvenuto a poca distanza dagli uffici amministrativi del sindacato degli insegnanti. La città si trova a soli 80 chilometri da Raqqa, considerata la “capitale” del sedicente Stato Islamico in Siria.

A diffondere la notizia l’Osservatorio nazionale siriano per i diritti umani, un’organizzazione non governativa che da anni vigila sulle condizioni nella quali versa il popolo siriano. Fonti locali hanno confermato che il Daesh avrebbe rivendicato l’attacco kamikaze: gli uomini del movimento curdo Ypg avevano riconquistato Tal Abyad sottraendola al controllo del Califfato nel giugno dello scorso anno, ma da allora i combattimenti e le esplosioni sono all’ordine del giorno.

A Manbij, 100 km a nord-ovest di Raqqa, le forze democratiche siriane, che combattono in una coalizione di uomini curdi e arabi sostenuta dagli Usa, sono impegnate da settimane in un battaglia per riconquistare la città, che è strategica per i rifornimenti e per il passaggio di convogli umanitari destinati ad aiutare la popolazione. Secondo le stime delle Nazioni Unite, circa 400 mila persone sono state uccise dall’inizio del conflitto siriano nel marzo del 2011.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS