LIBIA: HAFTAR VIOLA GLI ORDINI DI SARRAJ, VIA ALLE OPERAZIONI SU SIRTE Il premier designato voleva che l'attacco all'Isis fosse condotto da un comando unificato per impedire scontri con le milizie di Misurata

457
haftar

I fedelissimi del generale Khalifa Haftar hanno iniziato l’attacco sulla roccaforte dell’Isis a Sirte, sfidando l’ultimatum del governo di unità di Fayez al Sarraj che aveva intimato lo stop a ogni operazione militare nella regione. “Il comandante generale Khalifa Hatfar ha impartito ordini che le forze dell’esercito nazionale muovano verso Sirte”, conferma la pagina Facebook delle “Operazioni dell’esercito nazionale” libico.

Come noto il premier designato Al Sarraj aveva esortato Haftar a sospendere i preparativi dell’attacco a Sirte in attesa della formazione di un comando unificato che coordini anche le milizie di Misurata, anche al fine di impedire possibili confronti armati tra le due fazioni libiche rivali.

La situazione in Libia resta complicata. E anche l’ipotesi di un intervento militare occidentale è ancora lontana. Lo stesso Sarraj, fra l’altro, ha chiesto all’Unione Europea assistenza su tutti i settori piuttosto che una vera e propria azione armata. Per quanto riguarda l’immigrazione, Sarraj ha detto che sarà una priorità assoluta del suo governo subito dopo il suo insediamento.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS