SERIE A: LA JUVE RIMONTA A SAN SIRO, BIANCONERI A +9 DAL NAPOLI Passano in vantaggio i rossoneri con Alex, dopo 10 minuti pareggio bianconero con Mandzukic, nella ripresa colpisce Pogba

474
juve

A San Siro i bianconeri portano a casa i tre punti, e si avvicinano sempre di più al quinto scudetto consecutivo. La squadra di Allegri, come all’inizio del campionato, parte male, il Milan spaventa la vecchia signora e segna il gol del vantaggio. Avrebbero anche la palla per girare nuovamente la partita, i rossoneri. Ad inizio ripresa Buffon, dopo una respinta su Bacca, fa un prodigio su Balotelli. Supermario sfiora il gol su punizione e gioca i 15’ più ispirati della stagione. E’ lui a mettere sulla testa di Alex il corner dell’1-0.

Poco prima, sempre dalla parte dell’esterno brasiliano, era giunto un altro pericolo: Abate che sbaglia il cross ,ma centra il palo. I bianconeri reagiscono: Pogba inizia a salire, Morata e Manduzkic giocano bene. Donnarumma sul sinistro di Marchisio compie un prodigio. Gigio, all’altezza di Buffon, deve inchinarsi poco dopo però al destro di Mandzukic, messo in porta da un assist di Morata che segue l’errore di Romagnoli su rinvio di Buffon. Il pareggio arriva poco prima dell’intervallo.

La Juve inizia la ripresa a rilento. L’uomo che sblocca la partita è Paul Pogba. Dopo che la sua punizione finisce sul palo prende coraggio. Il gol decisivo, che regala la vittoria ai bianconeri è un capolavoro che lo premia, dopo che Abate va a vuoto dal corner e Donnarumma non può nulla sulla girata di destro. Per la Juve sono 21 vittorie su 22 partite. Il 21 maggio, quando il confronto assegnerà la Coppa Italia, i rossoneri non potranno fare molto meglio di così. Per centrare l’impresa servirà non sbagliare proprio nulla.

“Siamo a più nove sul Napoli, ma non è ancora finita: dobbiamo continuare a vincere”, commenta felice Pogba a fine gara ai microfoni di Premium Sport. “Oggi ci siamo comportati da squadra matura – dice – abbiamo meritato di vincere. Juve aiutata? Non direi: la differenza noi la facciamo perché difendiamo e attacchiamo tutti assieme. La gente parla tanto: noi dobbiamo continuare così, poi vedremo alla fine. Sono contento per la squadra e per me”. Sugli apprezzamenti di Neymar lo juventino si dice onorato: “È bello quando un grande calciatore come lui dice certe cose, tutti vogliono giocare con i campioni, ma io sono contento di stare qui e sono concentrato sul vincere questo scudetto”.

“E’ difficile commentare questa sconfitta, non meritavamo di perdere. Quest’anno non siamo mai stati fortunati, il risultato mi fa arrabbiare ma sono orgoglioso che abbiamo salvato la faccia. Usciamo a testa alta e questa prestazione ci da fiducia in vista della Coppa Italia”: Sinisa Mihajlovic ha parole amare nel commentare il ko con la Juventus. “Buffon ha fatto la differenza – ha aggiunto – e io non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. Adesso, a parte la Roma, affronteremo tutte squadre che sono sulla carta inferiori a noi: se giochiamo come contro la Juve potremo fare bene. Il ritiro? Ci è servito per confrontarci, per capire i problemi perché nelle ultime gare avevamo perso un po’ la bussola. Oggi i ragazzi hanno dimostrato che possono giocarsela alla pari con tutte, anche con le squadre più forti di noi, come la Juventus. Il nostro è un problema di testa”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS