ROMA SI PREPARA ALLA VIA CRUCIS: SCATTA IL PIANO ANTITERRORISMO A quattro giorni degli attentati di Bruxelles, la Capitale si organizza per affrontare al meglio la festività pasquale

654
roma

Roma si prepara alla festività di Pasqua e ad affrontare l’afflusso di migliaia di pellegrini e turisti, a pochi giorni dagli attentati che hanno sconvolto Bruxelles. Occhi puntati su San Pietro e sul Colosseo, due tappe strategiche della Via Crucis che si terrà questa sera e che porterà in strada migliaia di fedeli lungo un tragitto molto lungo. Le misure di sicurezza saranno numerose: è prevista una prima area di prefiltraggio, delimitata da transenne, e una seconda zona di ulteriore controllo per accedere a piazza del Colosseo. In ogni area saranno effettuate bonifiche con artificieri, unità cinofile anti-esplosivo e verifiche con metal detector.

Il prefetto di Roma, Franco Gabrielli, ha commentato i preparativi per fronteggiare l’emergenza delle festività: “anche a Roma la minaccia è incombente – ha dichiarato Gabrielli- ma non c’è alcun riferimento all’imminenza di attentati. Dopo gli attentati di Bruxelles i timori di essere dentro una minaccia sono reali, segnali specifici non ce ne sono, ma anche noi siamo un obiettivo di questo terrorismo islamista”.

La Capitale è in stato di allerta dagli attentati di Parigi del 13 novembre scorso e la presenza dei militari e delle forze dell’ordine, da allora, è aumentata in maniera significativa. Secondo Gabrielli, però, non bisognerebbe avere aspettative irrealizzabili e che potrebbero essere anche controproducenti: “non è realistico mettere un poliziotto o un carabiniere in ogni angolo di strada e per certi aspetti non è neanche funzionale a garantire la sicurezza”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS