CONFETTI RICICLATI E SCADUTI: PRODUTTORE NEI GUAI

533
confetti

Sulmona, città italiana nota in tutto il mondo per la produzioni di dolci e confetti, si è risvegliata con le sirene dei carabinieri. Un impreditore, infatti, gestiva una ditta di confetti “freschi” riciclando i quelli che avanzavano nei negozi, ovvero quelli restituiti al produttore perché scaduti. Per questa ragione, i carabinieri del Nas hanno sospeso l’attività di una confetteria in Abruzzo, a Sulmona, in provincia dell’Aquila.

L’azienda, in condizioni igieniche molto precarie, trattava i confetti scaduti ad alte temperature per sciogliere l’involucro di zucchero, che ricopriva le mandorle, così da recuperarle e riutilizzarle. L’imprenditore era sicuro che il nuovo involucro di zucchero bianco avrebbe coperto qualsiasi traccia. Ma nel corso di una serie di controlli nelle numerose confetterie della Valle Peligna, i Nas di Pescara hanno sequestrato circa tremila chili tra confetti e materie prime utilizzate, poiché carenti di informazioni sulla tracciabilità.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS