LA SPAGNA CELEBRA LA NON VIOLENZA NEL SEGNO DI GANDHI

493

Fondata nel 1964, la Giornata scolastica della non violenza e della pace è l’evento educativo istituito in Spagna da Llorenç Vidal, poeta, pedagogo e pacifista di Madrid. Lo scopo di questa manifestazione, che si celebra nel giorno dell’anniversario della morte del Mahatma Gandhi, è diffondere un messaggio di pace, tolleranza, concordia, solidarietà, rispetto dei diritti umani e non violenza. É rivolta in particolar modo alle scuole di tutto il mondo, nonché ai centri educativi, agli stessi educatori e agli studenti di qualsiasi grado e livello.

Questa giornata si fonda sul concetto di amore universale, che viene tradotto nella realtà attraverso tre obiettivi fondamentali: la sensibilizzazione, la pratica della non violenza e la responsabilizzazione dell’essere umano nei confronti degli altri e di tutte le forme di vita.

La stessa Maria Montessori, durante la conferenza “La pace e l’educazione” che si tenne nel 1932 a Ginevra, richiamò l’attenzione su quelle che lei considerava due evidenze: la necessità di creare una nuova scienza, la scienza della pace, e la necessità di creare una nuova educazione, un’educazione alla pace, perché “è dalla pace che dipende la stessa vita dei popoli, ma anche del progresso o dell’estinzione della nostra civiltà”.

Llorenç Vidal ha spesso affermato che questa giornata è stata creata quando nessuno si interessava ancora a certi argomenti e in un contesto nel quale i diritti umani, la non violenza, l’amore universale erano temi non riconosciuti come importanti. Oggi, la sua iniziativa è stata accolta in tutto il mondo, anche in Italia, dove si celebra in numerose scuole ogni 30 gennaio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS