GRATIS LE CAUSE ALLA SACRA ROTA, FEDELI INVITATI AD AIUTARE I POVERI Inoltre Il Pontefice ha attribuito al vescovo diocesano la responsabilità di essere lui stesso il giudice competente a pronunciare la sentenza e archiviando la cosiddetta "doppia sentenza conforme"

457
sacra rota

E’ entrata in vigore la nuova normativa sulla nullità del matrimonio, dopo la firma di Papa Francesco, il 7 dicembre, del Rescritto pubblicato oggi. Tra le nuove regole volute dal santo Padre c’è l’abolizione delle parcelle per gli avvocati rotali, con il patrocinio d’ufficio a chi ricorre al supremo tribunale, “salvo l’obbligo morale per i fedeli abbienti di versare un’oblazione di giustizia a favore delle cause dei poveri”.

Tali leggi di riforma del processo matrimoniale “abrogano o derogano ogni legge o norma contraria finora vigente, generale, particolare o speciale – si legge – eventualmente anche approvata in forma specifica (come ad es. il Motu Proprio Qua cura, dato dal mio Antecessore Pio XI in tempi ben diversi dai presenti)”.

La normativa sulle cause per la dichiarazione di nullità del matrimonio stabilita è stata promulgata lo scorso 15 agosto e pubblicata lo scorso otto settembre, a pochi giorni dall’apertura del sinodo ordinario sulla famiglia, ed è entrata in vigore il 7 dicembre. Il Papa, con il Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus, (che sostituisce l’intero Libro VII del Codice di Diritto Canonico, Parte III, Titolo I, Capitolo I), e con il Motu Proprio Mitis et misericors Iesus (per le Chiese orientali), ha reso più rapide e meno costose le procedure per la nullità matrimoniale, attribuendo al vescovo diocesano la responsabilità di essere lui stesso il giudice competente a pronunciare la sentenza e archiviando la cosiddetta “doppia sentenza conforme”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS